Sostenere gli animali con la lista nozze, l’Operazione Bomboniera rende il giorno più bello un tripudio d’amore davvero per tutti, ecco come aderire

La primavera è per eccellenza la stagione dedicata ai matrimoni, per questo è partita proprio in questi giorni “L’operazione Bomboniera: salviamo gli animali con la lista nozze”. L’iniziativa, lanciata da AIDAA, vede al momento coinvolte alcune coppie di futuri sposi che amando gli animali si sono rivolti all’Associazione Italiana in difesa di Animali e Ambiente per trovare un modo di dare un contributo alla salvezza degli animali proprio nel giorno più bello della loro vita: quello del loro matrimonio. Da qui l’idea di dar vita ad una vera e propria operazione di raccolta-fondi per la salvaguardia degli animali, aperta a tutte le giovani coppie che decidono di sposarsi nei prossimi mesi.

 

L’OPERAZIONE BOMBONIERA

  • L’operazione, davvero molto semplice, prevede che all’apertura della lista nozze venga inserita dagli sposini anche la possibilità di fare una donazione ad uno dei tre progetti pilota di AIDAA a tutela degli animali, da un minimo di 10 euro in su.
  • La donazione comporterebbe l’iscrizione all’associazione, ma i fondi sarebbero interamente destinati a ciascun singolo progetto.

 

I PROGETTI SOSTENUTI – Nel dettaglio, AIDAA ha individuato per l’Operazione Bomboniera quattro diversi progetti da sottoporre al vaglio delle coppie:

  • Il progetto di sostegno ai micetti di Brindisi, la storica colonia dei mici gestita direttamente dai volontari AIDAA e capeggiata dalla vice presidente nazionale di AIDAA Antonella Brunetti;
  • la gestione del gattile di Vigevano gestito dall’Associazione Rifugio del Micio con cui AIDAA ha una storica collaborazione;
  • l’adozione a distanza dei cavalli salvati dal macello attraverso il progetto AIDAA – SCUDERIA UNICORNO di Corciano (Perugia) diretta da Catia Brozzi, luogo dove otto cavalli salvati da macello vivono grazie all’adozione a distanza (cavalli il cui numero speriamo sia destinato ad aumentare nei prossimi mesi);
  • le donazioni a favore dell’Associazione “Il Rifugio” diretta da Patrizia Amati, che raccoglie un gruppo di cani anziani in un piccolo rifugio situato in provincia di Pavia.

 

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DI AIDAA

  • “La nostra speranza è quella di coinvolgere almeno duecento coppie di sposi amanti degli animali – dice Lorenzo Croce, presidente nazionale di AIDAA – e raccogliere fondi da destinare a questi primi quattro progetti, due dei quali gestiti direttamente dai volontari AIDAA, e due da associazioni amiche.
  • “Coloro che partecipando alla lista nozze aderiranno alla donazione, riceveranno direttamente i conti correnti dei singoli progetti – prosegue Croce – in modo da effettuare donazioni dirette e, allo stesso tempo, diventare tesserati AIDAA. Le coppie che aderiranno al progetto, invece, riceveranno una pergamena ricordo da parte di AIDAA.
  • “I primi progetti finanziabili saranno in corso per tutto l’anno – precisa ancora Croce – mentre il prossimo anno individueremo dei nuovi progetti. Siamo ottimisti – conclude Croce – più coppie aderiranno più aiuti concreti e diretti saranno inviati alle strutture che ospitano gli animali. Questa iniziativa si inserisce nella campagna AIDAA per favorire le adozioni a gattili, canili ed altri rifugi, in modo da poter permettere agli animali ospitati una vita dignitosa ed ai volontari che li ospitano la possibilità di operare serenamente a favore dei nostri amici a quattro zampe”

 

INFORMAZIONI – Per informazioni su adesione al Progetto Bomboniera:

 

Leggi anche:

Adozione cavalli salvati dal macello, Progetto Unicorno Aidaa, ecco come fare; il progetto è aperto a tutti, dalle singole persone alle scuole

Difesa delle rondini, campagna Adotta una Rondine delle Associazioni Amici della Terra Lombardia e Gaia Onlus, in collaborazione con l’Associazione APE

Hai un ufficio? Adotta un “micio d’ufficio”!

Tesseramento Aidaa, il Presidente: Date le quote a canili e gattili

di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here