Cani uccisi perreras, 40mila animali ammazzati ogni anno, uccisi a bastonate o buttati negli inceneritori ancora vivi

Quando il cane spagnolo entra in canile, di fatto entro nell’anticamera della morte. Nel dettaglio:

 

Se si tratta di un cane di proprietà  smarrito, il proprietario ha dieci giorni di tempo per riprenderselo, altrimenti il viene ucciso.

Se il cane è randagio, ha tempo una settimana per venire adottato, dopodiché viene ucciso.

Se un proprietario di un cane “si stufa”, lo stesso può essere portato in canile per essere soppresso.

I Comuni spagnoli pagano fino a 80 euro a cane per garantirne la soppressione.

 

LE TESTIMONIANZE

  • Secondo quanto comunicato da Aidaa, Associazione Italiana in difesa di Animali e Ambiente, decine di volontari hanno testimoniato di aver visto cani presi a bastonate e lasciati morire dopo lunga agonia, oppure messi negli inceneritori ancora vivi.
  • Secondo il protocolli sull’eutanasia, in Spagna i cani dovrebbero essere soppressi attraverso un sistema di eutanasia dolce; in realtà, molto spesso vengono uccisi in maniera drammatica proprio per risparmiare sul costo del farmaco.

 

Una vera e propria carneficina programmata – commenta Lorenzo Croce, presidente nazionale di AIDAA. – Occorre gridare forte la nostra indignazione contro questi aguzzini e chiedere a gran voce all’Unione europea di obbligare la Spagna a sottoscrivere le convenzioni internazionali per la tutela degli animali da compagnia. Parola d’ordine – conclude Croce – è boicottare tutto ciò che è spagnolo: dai vari prodotti in commercio fino a rifiutarsi di andare in vacanza in questo paese dove i cani vengono barbaramente massacrati”.

 

INFORMAZIONI – Per ulteriori informazioni:

  • 392-65.52.051
  • 347-88.83.546

 

Leggi anche:

Petizione contro canili perreras spagnoli, Aidaa chiede condanna al Parlamento Europeo

Maltrattamento e uccisioni cani in Spagna, dopo le numerose proteste tante famiglie e persone hanno anche annullato vacanze e soggiorni estivi

Protesta animalisti Mifur Milano, ecco come vengono ammazzati gli animali che vengono scuoiati e trasformati in pellicce

Blitz animalisti Milano via Zante 14, gruppo editoriale Olimpia

Blitz animalisti Cesano Maderno domenica 27 marzo 2011, contro Associazione Italiana Allevatori, festa per i 150 anni dell’Unità d’Italia

Blitz animalisti Harlan Correzzana, Milano, appiccicato sui cancelli dell’allevamento lager un centinaio di locandine contro la vivisezione


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here