Asteroide 2011 MD sfiorerà la Terra il 27 giugno alle 19,14, sarà visibile solo da America, oceano Pacifico e Asia orientale; ecco cosa succederà secondo gli scienziati della Nasa

A pochi giorni dall’eclissi totale di Luna, gli astri tornano a far alzare gli occhi al cielo con l’asteroide MD 2011, un “piccolo” corpo celeste delle dimensioni di un autobus, che sfiorerà la Terra avvicinandosi a ben 12.000 km dal nostro pianeta.

 

LA SCOPERTA – La sensazionale scoperta è avvenuta solo mercoledì scorso, quando MD 2011 è stato avvistato dai telescopi dell’osservatorio Lincoln Near Earth Asteroid Research Program (Linear) nel Nuovo Messico.

 

VISIBILITA’ – Purtroppo per tutti gli astrofili italiani, il fenomeno sarà visibile soltanto da alcune aree dell’America, dell’oceano Pacifico e dell’Asia orientale.

 

LA FINE DEL MONDO E’ VICINA? – Niente allarmismi, assicurano gli scienziati della Nasa: per quanto davvero molto vicino alla Terra, lo scorso 4 febbraio un altro asteroide, 2011 CQ1, transitò a soli 5.471 chilometri dal nostro pianeta, senza alcun genere di ripercussioni. Gli scienziati sottolineano infatti che, anche se MD 2011 entrasse nella nostra atmosfera, con ogni probabilità non giungerebbe ad impattare sulla superficie terrestre”.

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here