Ecopass Milano per tutti dal 1 gennaio 2011, tutti pagheranno il ticket di 4 – 5 euro, anche se erano esenti perché considerati veicoli non inquinanti; divieto totale d’accesso per i veicoli più vecchi

Secondo le ultime notizie dal Comune Pisapia, il futuro di Ecopass è destinato a cambiare radicalmente a partire dal 1 gennaio 2012. In bene o in meglio? Questo saranno i cittadini a dirlo, che intanto dovranno sborsare tutti, indistintamente, 4 – 5 euro per accedere alla Cerchia dei Bastioni, anche se dotati di veicoli non inquinanti che, fino ad ora, non hanno mai dovuto pagare il ticket.


ARRIVA LA CONGESTION CHARGE – Il motivo di tutto ciò è che scompare la “pollution charge”, creata dalla passata Amministrazione e basata sul concetto “si paga in base a quanto si inquina”, e si passa alla “congestion charge”, ideata dalla Giunta Pisapia e basata sul principio per cui “tutte le auto creano traffico e quindi tutte devono pagare”


LA PROTESTA DI COMMERCIANTI E PRIVATI –

  • Molte problematiche riguardano i commercianti e i privati che hanno acquistato furgoni da trasporto merci e veicoli con le caratteristiche necessarie per non essere inquinanti e, quindi, non pagare l’Ecopass.
  • Ora, però, dovranno pagare tutti, poiché non si considera più che “paga chi inquina”, ma “paga chi crea traffico”.

 

LE IPOTESI PER “MITIGARE” IL PROVVEDIMENTO – Al vaglio della Giunta le seguenti ipotesi per mitigare il provvedimenti:

  • modulare le tariffe in base alla fascia oraria: si paga prezzo pieno nelle ore di punta, e si attivano sconti nelle ore meno trafficate;
  • modulare le tariffe in base alle stagioni: prezzo pieno in autunno – inverno, e agevolazioni in primavera – estate

 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE ALLA MOBILITA’ – A commento del progetto l’assessore alla Mobilità, Pierfrancesco Maran, già al centro delle polemiche riguardanti la sua nomina e i collegamenti con il pluri-indagato Filippo Penati, commenta: «Il costo del nuovo ticket unico dovrebbe essere di 4 o 5 euro. Se fosse più alto, diventerebbe il simbolo di una drammatica stangata.”


IL COMMENTO DELL’ASSESSORE REGIONALE AL COMMERCIO – Stefano Maullu, Assessore regionale al Commercio, ha così commentato le decisioni su Ecopass.

  • “Il ticket d’ingresso unico da 4 o 5 euro per la cerchia dei Bastioni sarebbe un vero e proprio salasso per i cittadini milanesi, soprattutto per chi, come i commercianti, è costretto a utilizzare per lavoro i veicoli a motore.
  • “Con l’estensione di Ecopass a tutti i veicoli sparisce ogni forma di ‘eco’ e rimane solo il ‘pass’ – prosegue Maullu – cioè la rivisitazione in salsa tecnologica delle gabelle medievali. Mi chiedo con che faccia si possano pretendere altri soldi dai piccoli esercenti, dai commercianti e dagli artigiani, che già soffrono la crisi e che sarebbero ulteriormente vessati.
  • “La giunta Pisapia abbia l’onestà di chiamare le cose con il proprio nome: dopo gli aumenti dell’Irpef e dei biglietti Atm sta mettendo ancora una volta le mani nelle tasche dei cittadini – conclude l’Assessore. – Se non si vuole tornare indietro, si esentino almeno i veicoli commerciali in servizio dal pagamento del pedaggio, anche per rispetto nei confronti di chi ha già sostenuto pesanti spese per acquistare mezzi nuovi e più ecologici”.

 

Leggi anche:

Aumento biglietti Atm Milano dal 1 settembre 2011, elenco di titoli che aumentano e di quelli che non aumentano, scadenza per titoli già acquistati, beneficiari di esenzioni e tariffe ridotte; aumentano anche le multe che passando da 100 a 150 euro

Ecopass Milano, l’assessore Maran: nella cerchia dei Bastioni il trasporto pubblico è il sistema migliore per spostarsi”, intanto da settembre un biglietto Atm costerà 1,50 euro che andranno dritti nelle casse del Comune

Contributi Leoncavallo da Comune Milano, l’assessore alla Sicurezza Granelli: “Valorizzare la positività di questo luogo che in futuro potrebbe anche ricevere contributi per determinati progetti”

Eliminazione vigili a cavallo Milano, Comune taglia il servizio ritenuto troppo costoso

Riduzione costi assessorati Milano, è polemica: il Comune parla del -7,86% complessivo, ma l’opposizione calcola l’aumento del 23% del danaro che ogni assessore della nuova Giunta disporrà per allestire la propria segreteria, passando da 70mila e 86mila euro per assessorato, ecco calcoli e dettagli


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here