Interventi Enpa Milano 2011 e 2012 e problematiche sul soccorso della fauna selvatica

Nel cuore stesso di un inverno che ora pare volersi mostrare in tutta la sua forza, consideriamo poco il destino degli animali sfortunati o in difficoltà. L’elenco, infatti, è lungo, frammentato e mai completo. Per fortuna a tentare di arginare la problematica vi sono associazioni e volontari; per esempio l’ENPA, l’Ente nazionale di protezione animali. Peccato, sottolinea l’associazione, che a fronte di numeri piuttosto consistenti di animali salvati (tra cui civette, tortore, germani reali, conigli, cinciallegre, e molti, molti altri) non corrisponda una risposta altrettanto adeguata da parte della Provincia.

 

Secondo Enpa, infatti, la Provincia avrebbe il compito di soccorrere la fauna selvatica ferita o in difficoltà, per il tramite della Polizia Provinciale. A detta dell’ENPA, al contrario, questi interventi non sono svolti nella maniera ottimale, motivo per il quale ci si domanda se questa tipologia di provvedimenti non dovrebbero essere appannaggio di dipendenti specializzati e non dediti a funzioni di polizia spicciola.

 

Alla questione si aggiunge inoltre il mancato riconoscimento degli interventi di ENPA, che lamenta carenze operative e, nonostante il lavoro costantemente svolto, si è vista negare l’invito alla giornata “2012 Volontari (santi, folli… eroi)”, organizzata proprio dalla Provincia di Milano. Pur essendo operativi tutto l’anno, difatti, e pur avendo vinto il Premio Isimbardi, l’ente non è stato chiamato a partecipare.

 

A fronte del problema, e delle lamentele di ENPA, viene piuttosto da sperare che a vincere non siano diatribe di ordine politico, umano, incomprensioni, fraintendimenti o scarsa operosità. Piuttosto, sempre fedeli all’amore per gli animali, sarebbe d’uopo non vi fosse spazio per polemiche di nessun tipo, bensì proposte, calma e collaborazione. Visto che in fondo, a rimetterci, sono proprio quanti tra piumaggio, pelliccia e gelo non hanno voce in capitolo.

 

Tra gli ultimi interventi di Enpa, si segnala il salvataggio di un falco di Harris avvenuto il 4 gennaio 2012 e di un’anatra mandarina avvenuto il 14 gennaio 2012.

 

Per quanto riguarda il primo splenddo pennuto, la segnalazione è stata fatta telefonicamente all’ENPA di Milano da un cittadino che abitava proprio davanti alla casa dove è stato visto appollaiato sulla ringhiera di un balcone il falco di Harris, definito in un primo momento come uno “strano” uccello.


Una volta visionati gli scatti eseguiti con il telefonino dal segnalante e inviate ai volontari dell’ENPA di Milano, gli operatori s sono resi immediatamente conto che lo strano uccello aveva le sembianze di un rapace, per la precisione di un falco di Harris, che molto probabilmente era in difficoltà vista la sua permanenza nello stesso posto per così tanto tempo.


Arrivato sul posto, il volontario dell’ENPA è riuscito a prendere molto facilmente il rapace che si è dimostrato molto prostrato: era infatti completamente inzuppato di pioggia e non  riusciva a spiccare il volo data la sua condizione.


E’ stato quindi subito trasportato alla clinica dell’ente dove è stato affidato alle cure dei veterinari.


“Il falco sembra essere stato perso da un falconiere – hanno detto i rappresentanti dell’Enpa – visto che è una specie molto in voga in questo momento e purtroppo non sempre detenuta in modo corretto. Questi animali vengono condizionati per essere utilizzati nelle attività di caccia, lecite per la nostra legislazione ma avversate da tutte le associazioni che si occupano di tutela degli animali.”


Il secondo intervento dell’anno nuovo è stato svolto dai volontari del Nucleo delle Guardie Zoofile dell’ENPA presso il laghetto di Settimo Milanese, vicino all’ITALTEL, dove alcuni cittadini hanno trovato un’anatra mandarina ferita, “probabilmente colpita con un dardo, per uno stupido gioco!


Nel tentativo di ricostruire quanto accaduto è stato verificato che la stessa persona che aveva segnalato l’animale ferito all’ENPA di Milano, aveva già telefonato in settimana alla Polizia Provinciale per chiedere un loro intervento.

 

Sempre secondo la testimonianza, una volta arrivata sul posto, la Polizia non ha soccorso l’animale e i poliziotti hanno manifestato il loro disappunto per essere dovuti intervenire in un caso che non li riguardava direttamente: non si trattava di fauna selvatica, l’unica di loro competenza.


Per conoscere tutti gli interventi eseguiti da Enpa milano clicca su ELENCO ANIMALI SOCCORSI NEL 2011


Leggi anche:

Manifestazione animalista Milano Gaia Onlus 5 gennaio 2012, carbone ai pellicciai di Montenapoleone, dettagli e orari

Foto manifestazione animalisti via Montepanoleone Milano, Gaia Onlus ha distribuito carbone a negozianti e fashion victim

Botti di Capodanno, morti 132 cani e 205 gatti, 950 gli animali in fuga; prosegue la petizione per fermare i botti

Divieto botti di Capodanno, salgono a 830 i Comuni che li hanno vietati; ogni anno circa 5000 animali muoiono per lo spavento

 

Daniele Ferriero

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here