Adottare un animale, 600 tartarughe d’acqua cercano casa per non essere soppresse, recapiti e info

Un vero SOS per salvare 600 tartarughine d’acqua con le orecchie gialle, destinate alla soppressione.

 

Le povere bestiole erano state inviate da un mittente straniero ad un grossista del milanese.

 

Il trasferimento, tuttavia, risalente ai mesi scorsi, avvenne in modo completamente illecito e, le povere tartarughine, ammassate all’interno di pacchi postali finirono in un deposito a Pregnana Milanese, presso la sede di un corriere internazionale.

 

In tale sito sopraggiunse poi il grossista per il ritiro ma, per sua sfortuna, uno dei pacchi si ruppe, rivelando le piccole tartarughine imprigionate al suo interno.

 

Subito avvertite le Autorità, sul luogo sono sopraggiunti gli agenti della Locale di Pregnana, coordinati dal Colonnello Alessandra Dall’Orto che, dopo aver avvisato la magistratura, su mandato del Tribunale di Milano ha provveduto al sequestro degli animaletti.

 

Le piccole tartarughe, adesso, si trovano in un centro di recupero della zona, predisposto all’accoglienza di animali.

 

Purtroppo, però, il peggio deve ancora venire per le sfortunate bestiole, destinate alla morte naturale o, drammaticamente,  alla soppressione, in quanto questo genere di tartarughe viene indicato come infestante e quindi passibile di essere soppresso.

.
In tale proposito è intervenuta Aidaa, Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente, che ha lanciato un appello per trovare una casa per le piccole, sfortunatissime tartarughine.

 

“Stiamo cercando una casa per le piccole tartarughe d’acqua – spiega Lorenzo Croce, presidente di Aidaa. – Per loro, la condizione ottimale sarebbe essere adottate non singolarmente, ma a gruppi abbastanza consistenti. Rimaniamo comunque a disposizione per qualsiasi informazione”.

 

Chiunque fosse interessato ad adottare le tartarughine, può chiamare direttamente la Polizia locale di Pregnana Milanese al numero 02.93967204/223, per svolgere al meglio la lodevole operazione di salvezza.

 

AGGIORNAMENTO del 29 gennaio 2013 ore 12.00: LE TARTARUGHINE SONO SALVE: Giunta stamattina, in Redazione, una puntualizzazione molto rassicurante: l’ipotesi di soppressione formulata inizialmente per le piccole tartarughine, non si è concretizzata in alcun decreto da parte della magistratura. “L’ipotesi era stata solo ventilata, ma fortunatamente le piccole bestiole sono salve. Per Legge, gli animali possono essere soppressi solo ed esclusivamente per situazioni di estrema necessità, nel caso non esista in assoluto alcuna possibilità del loro recupero. Un esempio chiarificatore è la circostanza dell’eutanasia. Le tartarughine, quindi, possono stare tranquille”.

– “I piccoli animali sono attualmente sotto sequestro – precisa il Comandante della Polizia locale di Pregnana Milanese, Alessandra Dall’Acqua. – Stiamo attendendo che il magistrato si pronunci per renderle adottabili”.

– Gli animaletti, pertanto, continuano a cercare casa. 

 

Leggi anche:

Cucciolo preso a calci Milano metropolitana piazza Udine, sequestrato ora è al canile, cerca famiglia

Raccolta coperte per canili e gattili Milano e provincia, info, indirizzi strutture, contatti

Cibo per uccellini in difficoltà per il gelo, predisponiamo acqua e cibo su balconi e nei giardini

Raccolta cibo per gatti Milano, colonie feline di Pregnana Milanese, orari, info, recapiti

Adozioni cani canile Milano, scegliamo un animale anziano, cioè di oltre 5 anni, elenco canili di fiducia

Soccorso animali Milano, Enpa salva piccioni e gatto con zampetta paralizzata, il micino avrà bisogno di tanto amore, contatti e foto

Aree cani Milano, disinfezione in via Garavaglia eliminata dalla Giunta Pisapia: le zecche iniziano a proliferare, con pericoli gravissimi per animali e uomini

 

di Redazione

28 COMMENTI

    • Gentile Anna,

      può mettersi direttamente in contatto con la Polizia locale di Pregnana milanese, al numero 02-93.967.204/223. Nel dettaglio, la referente dell’operazione è il Comandante Alessandra Dall’Orto. Sicuramente sapranno fornirle tutte le informazioni per occuparsi al meglio delle tartarughine.

      • Scusate ma non mi risulta che la specie sia riconosciuta come infestante – semmai si applica un principio di precauzione – nè che in quanto ritenute tali da qualcuno qualche legge ne consenta la soppressione ad opera di chicchessia.

      • Io e mio marito abbaimo già chiamato e inviato mail piùvolte direttamente alla polizia di Pregnana. Non abbiamo mai avuto nessuna risposta, siamo della provincia di Como ne possimao prendere 10, non abbiamo problemi a venirle a prendere.
        Ilaria

  1. Questo e’ un controsenso: prima vengono salvate dal contrabbando, poi le vogliono sopprimere. Dov’e’ qui la gisutizia? E poi, cosa vuol dire che sono considerate infestanti? Non possono essere vendute legalmente ad altri grossisti? E chi e’ che avrebbe bisogno di gruppi consistenti di tartarughe? Come fa un normale cittadino ad allevarne piu’ di tre in casa?

    • Hanno bisogno di un acquario/vasca/l molto spazioso(per due almeno 1 metro per 60 per 50),possibilmente munito di filtro dato che sporcano molto una volta cresciute. Da adulte raggiungeranno dai 18 ai 28 cm di lunghezza. Nell’acquario sarebbe meglio mantenere una temperatura dell’acqua costante tra i 25° e 28° C (grazie ad un termoriscaldatore per acquari) . Necessitano di una lampada che emetta raggi uvb 5-8% e una lampada spot ( scalda e fa luce ma non raggi uvb/uva) sovrastanti una zona emersa completamente asciutta in cui potersi “seccare” . L’altezza dell’acqua deve essere almeno il doppio della lunghezza del piastrone delle tartarughe. Possono essere tenute anche nei laghetti artificiali in giardino ( ben recintati) di inverno consiglio di portarle in casa per fare un letargo più sicuro. Mangiano pesci di piccole dimensioni di acqua dolce,insalate di vario genere. Saltuariamente fornire pellets studiati per loro. NO gamberetti secchi.Si nutrono anche lombrichi e piccoli insetti. Evitare carne, formaggi e verdure come spinaci ecc… Pane assolutamente no. Da adulti sono animali molto impegnativi, non sono di difficile allevamento dato che è una specie che si adatta facilmente a diversi ambienti ma ciò non significa che siano da sottovalutare.

  2. di solito possono arrivare a 30 cm di lunghezza!!! non riesco a capire se sono le trachemys orecchie gialle ( le classiche che vendono nei negozi ) o quelle orecchie rosse / arancine ( sulle quali vi è una direttiva europea che ne vieta l’importazione ). Per il primi 2 anni conviene tenerle in casa ( non pero’ nelle vaschette che vendono, basta pure il classico porta vestiti di plastica dell’ikea, quello più lungo che c’è ). per tenerle bene basta una lampada UVB e il termoriscaldatore. Per mangiare latterini, insalata e rucola ( tutto spezzettato ).
    Io domani provo a chiamare e chiedo!!!

  3. Io ho provato a mandare un’email più di due giorni fa e non ho ancora ricevuto riscontro.
    Credo comunque che le richieste siano tante e che le stiano vagliando tutte.
    Al telefono mi hanno detto che la distanza non dovrebbe essere un problema, e che hanno ricevuto richieste in tutta Italia.
    L’importante è che tutte e 600 le creaturine vengano messe in salvo.
    In ogni caso non ha molto senso sequestrare e quindi “salvare” le tartarughe, se poi le si condanna alla soppressione. Ma… siamo in Italia, oramai c’è poco da sorprendersi.

    • 1 maschio e 1 femmina che insieme non hanno prolificato. CERCANO adozione Persona anziana ora molto malata non puo piu accudire loro e neppure se’ stessa. Puoi assicurare buona e corretta sistemazione? Grazie

  4. @ teresa: sono animali infestanti in quanto se abbandonate in natura, come troppo spesso accade, intaccano e rovinano l’habitat delle nostre tartarughe autoctone (le trachemys sono americane).

    Allevare queste tartarughe è impegnativo; nei negozi di animali i commessi, ignoranti, raccontano che basta una vaschetta con due litri d’acqua e qualche gamberetto secco; non è così!!!

    Per allevare un SINGOLO esemplare occorre avere una vasca contenente ALMENO 120l d’acqua, riscaldatore, lampada uva-uvb, lampada spot, filtro esterno e un’ampia zona emersa. Vanno nutrite con pesce fresco (latterini, gamberetti freschi, gambusie, merluzzo, ecc) e verdure (radicchio rosso, rucola, cicoria, carote, trifoglio, tarassaco).

    Se CORRETTAMENTE allevate possono vivere anche oltre 30 anni. I maschi restano più piccoli di dimensione, circa 15-18cm di carapace, le femmine arrivano a 30cm. La maggior parte degli esemplari in commercio è composta da femmine.

    Prendendone due/tre o addirittura di più, senza avere la certezza di poter garantire loro adeguato spazio e cure equivale a condannarle a una morte lenta e dolorosa.

    La soluzione ideale sarebbe un bel laghetto in giardino, altrimenti un bell’acquario con 120l d’acqua per ciascun esemplare (parlando di adulti, per i piccoli 80l a testa, non di meno!)

    • Veronica, scusami ma ti chiederei gentilmente di moderare i termini e pensare a come sia meglio esprimersi, prima di scrivere. “Nei negozi di animali i commessi, ignoranti (…)”?! Mia cara, lavoro in un negozio di mangimi e accessori per animali da anni, ormai, e gli unici ignoranti che incontro sono i clienti. Passo almeno un quarto del mio tempo a ripetere a famiglie che non conoscono nemmeno le basi della corretta gestione degli animali domestici, come vadano tenuti gli stessi in maniera consona. Chi mi ignora e fa comunque ciò che gli pare, è il pubblico, a cui interessa soltanto l’animaletto carino che chiede il bambino di turno. Per la cronaca, il compito dei commessi è vendere, quella degli acquirenti è informarsi. Come dico sempre: non è che ti fai mettere incinta e poi dopo nove mesi all’improvviso scopri che devi partorire…magari ti informi un po’ prima. Io faccio il mio lavoro con coscienza, non per tutti è così, ma la mia vita è un’eterna lotta con il capo di turno, a cui scoccia vedermi perdere tempo nel futile tentativo di infilare qualche informazione di base agli incoscienti di turno. Per cui posso capire anche chi di noi getta la spugna e ti dice di fare come credi, l’animale è tuo. Quindi, mia cara, prima di insultare, sarebbe meglio accertarsi di come stiano realmente le cose, e non generalizzare.

  5. Sarei interessata ad adottare qualcuna delle tartarughine, ho molto spazio da dedicare loro, inoltre ne ho già una(orecchie gialle) di circa 12 cm……mi farebbe molto piacere salvarne altre, anche questa ke ho ora è scampata alla morte….fatemi gentilmente sapere come posso fare per averne qualcuna, abito a Vasto, in provincia di Chieti, grazie.

  6. salve, povere piccole. io le adotterei tutte….ma posso ospitarne 150/200 esemplari. ho 2 vasconi enormi dove ne ho gia 25 di tartarughe. i vasconi misurano 30 x 100 metri e 8 metri di profondità. sono presenti zone emerse x il basking. fatemi sapere. sono di cerignola (fg).

  7. A Pamela vorrei dire che tutte queste tartarughe arrivano da immense farm americane dove vengono riprodotte a migliaia…non credo possano ritornare li!! Sono invece d’accordo con Teresa: In Italia è legale vendere queste piccole, per cui in questo momento tutti i negozianti di animali continuano ad importare trachemys dall’America e a rivenderle in negozio….non si potrebbero dare queste anzichè farne arrivare delle altre??? La cosa più giusta sarebbe ovviamente vietarne l’importazione, se poi sono considerate infestanti, possibile possano ancora essere vendute nei negozi a chiunque senza che gli venga dato uno straccio di informazione???

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here