Presidio protesta per secca Navigli Milano 9 febbraio 2013, difendiamo le migliaia di animali destinati a morte certa

“Il Consorzio Villoresi Est, che ha in gestione i Navigli milanesi, ha intenzione di continuare nella sua scellerata politica, mettendo ancora una volta, in asciutta, i Navigli”, esordisce la LAC – Lega Abolizione Caccia.

.
A due mesi dalla asciutta totale precedente, e con l’asciutta totale del febbraio 2012 che è durata per quasi 4 mesi, il Consorzio adduce ancora problemi alle sponde per cui gli interventi sarebbero necessari – proseguono i portavoce della LAC. – Non ci si può non chiedere cosa possa essere successo negli ultimi due mesi, o come sia possibile non riuscire in sei mesi di asciutta totale, programmare i necessari lavori”.

 

Milioni di vite, come successo nel passato, moriranno a poco a poco soffocate, in silenzio ma sotto gli occhi di tutti noi.

.
”Le immagini di migliaia e migliaia pesci bloccati nel ghiaccio o lasciati agonizzare senz’acqua hanno fatto il giro del mondo su internet – spiegano dalla LAC, – dando una immagine di Milano ben poco gratificante. Questo, però, non sembra importare a chi gestisce la manutenzione dei Navigli.

 

“Non sono infatti bastate, al Consorzio Villoresi Est, le denunce ricevute, le migliaia di mail inviate in segno di protesta da parte dei cittadini, l’articolo su un importante quotidiano milanese del Garante dell’Ufficio animali – aggiungono i portavoce della Lega Abolizione Caccia.

.
“Non sono bastati gli studi in cui si dimostra che sarebbe possibile mantenere le asciutte parziali per la manutenzione delle sponde, e che con una gestione più ‘etica’ e vicina all’ambiente ne trarrebbe vantaggio l’intera collettività – sottolineano ancora. – Il Consorzio Villoresi Est nasconde la propria incapacità dietro alla parola ‘costi’, senza però mai affrontare il problema nel suo complesso.

 

Proteggere l’ambiente che ci circonda costa, sia in termini economici, che di sacrifici personali; e costa sempre di più anche a causa di chi per incompetenza e menefreghismo continua ad attaccarlo – osservano i portavoce della LAC. – Ma ci costa molto di più vedere il nostro ambiente continuamente sfregiato, perché ne va del nostro futuro; la natura non è un bene inesauribile, pertanto occorre fermare l’arroganza con cui pochi individui distruggono habitat naturali come l’Oasi o asciugano arbitrariamente corsi d’acqua come i Navigli causando migliaia di morti”.

 

Alla luce di tutto ciò, la Lega Abolizione Caccia ha indetto un presidio “chiamando a raccolta tutte le persone che sono disgustate da questo modo di operare”.

.
Il presidio di protesta si terrà sabato 9 Febbraio alle ore 15 in via Alzaia Naviglio Pavese, all’incrocio con via Darwin (Zona Conchetta)

 

Per ulteriori informazioni:

– LAC – Lega Abolizione Caccia

– Via Solari 40, 20144 Milano

– Tel:  0247711806 – 3339206116

-Email: info@abolizionecaccia.it
Per le proteste circa la distruzione dell’oasi alla Darsena, Leggi: Iniziati lavori Darsena Milano, l’indignazione di Enpa: “Grande delusione per giunta Pisapia”

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Parcheggio interrato via Aporti – Varanini – Cavalcanti Milano, i NO del comitato residenti

Protesta agricoltori Milano Cascina Zerbone, Comune vuole la costruzione di 830 appartamenti sui terreni degli ultimi produttori di latte di Milano

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

Esenzioni Area C Milano malati cronici, la bufala del Comune, intervista di Cronacamilano

Rom Forlanini Milano, la rabbia di un residente: “Pisapia ci ha traditi!”

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here