Degrado mercato via Benedetto Marcello Milano: gli esposti dei residenti, le violazioni della Legge, “ma il Comune ignora tutto”

Degrado Via Benedetto Marcello Milano-1Di seguito foto e segnalazioni inviate alla nostra Redazione (redazione@croncamilano.it) dai residenti di via Benedetto Marcello (zona corso Buenos Aires), dove due volte alla settimana si tiene il mercato rionale scoperto con circa 200 bancarelle (più abusivi). L’area, spiegano gli abitanti del quartiere, non è soggetta a controlli sufficienti da impedire il radicarsi di degrado e illegalità, al punto che i residenti ci hanno raccontato di essersi  già attivati con precise azioni: “il Comune di Milano è attualmente destinatario di ben 3 esposti alla Procura della Repubblica di Milano per: il mancato rispetto del vincolo ambientale e paesistico del  22/5/1965 a cui la via Benedetto Marcello è sottoposta; la mancata realizzazione del progetto di riqualificazione della via; la concessione dei permessi agli ambulanti di un mercato bisettimanale, oramai incontrollabile ed ingestibile; aver accettato, di fatto, un parcheggio abusivo sul parterre tra via Vitruvio e via Scarlatti, con conseguente danneggiamento di buona parte del patrimonio arboreo quasi secolare e tutelato, anch’esso, dalla Legge”.  Oltre a questi tre problemi, tuttavia, ce ne sono anche altri, come lo spaccio e la sporcizia, tra l’altro proprio a ridosso di un’area-giochi dedicata ai bambini. E i residenti, ora, sono davvero sul piede di guerra:

 

IL PRIMO ESPOSTO IN PROCURA – “L’Associazione ‘Le Vie dei Musicisti attorno a Benedetto Marcello’, attraverso i propri rappresentanti legali – esordisce la nostra lettrice e portavoce dei residenti di Via, la signora F.Z., – ha presentato in data 14 giugno 2013 un esposto alla Procura della Repubblica di Milano nei confronti del Comune di Milano con oggetto:

– il mancato rispetto del vincolo ambientale e paesistico del  22/5/1965 a cui la via Benedetto Marcello è sottoposta;

-la mancata realizzazione del progetto di riqualificazione della via;

-la concessione di permessi agli ambulanti di un mercato bisettimanale, oramai incontrollabile ed ingestibile, nonostante la via sia tutelata appunto dal lontano 1965, e quindi la decisione sia in totale e consapevole sfregio della normativa esistente;

-per aver accettato di fatto un parcheggio abusivo sul parterre tra via Vitruvio e via Scarlatti con conseguente danneggiamento di buona parte del patrimonio arboreo quasi secolare e tutelato, per l’appunto, anch’esso dalla Legge.

 

IL SECONDO ESPOSTO – L’esposto dell’Associazione – precisa la signora F.Z., – condivide quanto denunciato dall’Associazione AIDAA con un esposto il 14 maggio 2013.

 

GLI ONERI DI URBANIZZAZIONE DERIVATI DAI BOX E DESTINATI ALLA RIQUALIFICAZIONE DELLA VIA: DOVE SONO FINITI? – “Oltre quanto su indicato – aggiunge la residente, – si  denuncia anche il fatto che gli oneri di urbanizzazione derivanti dalla costruzione dei box sotterranei tra via Benedetto Marcello e via Petrella, espressamente destinati alla riqualificazione della via stessa, così come definito in sede di presentazione del progetto alla Sovrintendenza, non sono mai stati utilizzati a tal fine ed anzi se ne è persa traccia!

 

IL MERCATO FUORI CONTROLLO – “Nelle foto allegate – spiega la cittadina, – è possibile vedere la situazione del mercato bisettimanale e come l’area mercatale, che è anche in prossimità di un’area gioco bimbi, venga conciata (purtroppo non c’è ancora possibilità di inviare “gli odori” che essa lascia)!

 

IL PARCHEGGIO SELVAGGIO – “C’è anche la foto di via Mercadante – precisa F.Z., – con i furgoni adiacenti ai portoni delle abitazioni che renderebbero impossibile qualsiasi intervento di ambulanze o altro e che, comunque, in qualsiasi altro paese civile non avrebbero il permesso di sostare!

 

SPACCIO, LATRINE A CIELO APERTO, SFREGIO DEL VINCOLO AMBIENTALE – “Siccome poi a degrado segue altro degrado – prosegue con malcelata ironia la cittadina, – e noi in zona non ci facciamo mancare niente nonostante tutte le autorità cittadine  (Comune e Questura) siano state più volte avvisate e sollecitate ad intervenire, dopo il mercato, il parterre diviene un parcheggio abusivo e, ricordo, illegale visto che è in zona tutelata da vincolo (nelle foto si vede come, gli alberi “tutelati”, sono trattati dai mercatari e dagli autisti maleducati), mentre l’area bimbi diventa una zona di spaccio di extracomunitari (oltre che di risse) o di bivacco (come si noterà dalle foto, il bivacco include la latrina!).

 

LA TOTALE ASSENZA DEL COMUNE: “L’Associazione di Via denuncia, nel caso di specie, la totale assenza delle istituzioni – sottolinea la lettrice.

– “In primis del Comune di Milano – prosegue, – nonostante tali violazioni siano state più volte richiamate da relazioni del Corpo Forestale dello Stato, dalla Corte dei Conti, dalla Sovrintendenza e dal Consiglio di Zona 3 che, in diverse delibere, ha espressamente denunciato tal situazione come ‘perdurare delle violazioni delle principali Leggi comunitarie, dello Stato, della Regione Lombardia e dei regolamenti comunali’ oltre alle direttive del vincolo che, ricordo, ha valore di legge.

 

VOGLIAMO I DOVUTI CONTROLLI” – “L’Associazione – insiste la nostra lettrice, – auspica indagini e verifiche da parte della Procura in merito alle violazioni su denunciate e alle responsabilità di coloro che hanno permesso che una zona soggetta a  tutela ambientale divenisse zona di scempio ambientale.

 

SIAMO MOLTO ARRABBIATI” – “Siamo molto arrabbiati – conclude la residente, a nome del Quartiere, – sia per indifferenza del Comune, sia per la scarsa incidenza delle autorità di controllo, sia per l’incapacità di chi è preposto alla gestione dei mercati di comprendere che, nel 2013 e in città come Milano, un mercato di 200 banchetti più abusivi, in una zona  semicentrale, è oramai insopportabile.

– “I mercati rionali, infatti, – chiude la signora F.B., – sono ben altra cosa: in molte realtà cittadine hanno spazi chiusi preposti, controllati e a norma e, comunque, non vengono subiti dai residenti”.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Degrado e rom piazzale Maciachini Milano, la protesta del quartiere: “Abbiamo già segnalato al Consiglio di Zona 9, ma non fanno nulla!”

“Riqualificazione” piazza Artigianato Milano, è stato asfaltato attorno ad un’auto senza rimuoverla. Foto

Degrado parco Testori Milano, una residente furibonda: “Ecco cosa succede ed ecco cosa mi avevano scritto assessori e politici. Qualcuno ci aiuti!”

Degrado giardini piazza Farina Milano, un residente scrive mail a Comune e Assessori da un anno, ma ancora non ha ottenuto nulla: “Aiutateci!”

Rom viale Corsica via Mezzofanti Milano, una lettrice: “Siamo preoccupati per i nostri bambini, l’area è un viavai di nomadi che si stanno allestendo un nuovo campo abusivo”

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Massima solidarietà e rispetto a questa Associazione che fa le cose in grande e un grande augurio che le cose si sistemino. Farete da esempio ad un sacco di altre zone dove si vivono i vostri stessi problemi. Non chiedete la luna ma solo vivere in un modo decente la vostra vita di liberi cittadini milanesi a cui sta cuore la nostra bella città. Non si sta facendo nessuna discriminazione ma volete una zona più sicura, più pulita, più “normale”. Dovete continuare così anche se tenteranno di mettervi un sacco di volte in difficoltà con burocrazie ed altro, non mollate mi raccomando. E soprattutto pubblicizzate le vostre iniziative, date una sveglia agli altri milanesi che sanno solo lamentarsi e basta!!! Bravissimi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here