Segnalazioni animali sfruttati per accattonaggio Milano e provincia, ecco numeri e contatti

cane smarritoContro lo sfruttamento degli animali nell’accattonaggio parte da Milano una “rivolta” dei cittadini, stanchi di vedere cuccioli malati e sofferenti sfruttati da individui e organizzazioni. “E’ ora di agire con decisione per contrastare questa grave forma di degrado”, sottolinea Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega Italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e portavoce della Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, che, insieme con il presidente della Lega antivivisezione Leal Gian Marco Prampolini, al consigliere comunale di Milano Gianluca Comazzi (Fi), e al presidente di Samu Italia onlus Paolo Galletto, ha illustrato le prime iniziative della nuova campagna “Non sono un oggetto da sfruttare”.

 

PETIZIONE E PRONTO SOCCORSO VETERINARIO – Si tratta di una petizione popolare contro la pratica dell’accattonaggio con gli animali ed un servizio di pronto soccorso veterinario sperimentale, da estendere a livello nazionale, pensato per intervenire in tutti i casi in cui i cittadini segnalano lo sfruttamento di animali nell’accattonaggio, per verificarne le condizioni ed eventualmente effettuarne il sequestro con le guardie zoofile.

– La petizione, indirizzata al sindaco di Milano, chiede sostanzialmente modificare il regolamento comunale di tutela degli animali per “prevedere il sequestro amministrativo di tutti gli animali comunque utilizzati durante la pratica dell’accattonaggio”, escludendo dall’applicazione di questa misura solo “gli animali regolarmente detenuti dalla persona priva di fissa dimora, che non li sfrutta”.

– Ma il “pronto intervento” della Federazione è destinato anche ai randagi e gli animali con proprietari in condizioni di disagio economico o sociale.

 

LE SEGNALAZIONI DEI CITTADINI – Il servizio avrà carattere sperimentale a Milano fino alla fine dell’anno, con l’obiettivo di diventare stabile in tutte le grandi città.

I cittadini potranno contribuire a segnalare casi di sfruttamento e maltrattamento di animali sulla strada, grazie al servizio di pronto soccorso veterinario realizzato dalla Federazione con Samu Italia onlus e svolto in collaborazione con Leidaa e Leal.

 

NUMERI DI TELEFONO DA CONTATTARE – Nella città di Milano e Provincia, basterà chiamare la centrale operativa al 366.42.62.649 o il numero nazionale 199.302.118, attivo 24 ore su 24, perché una delle cinque ambulanze veterinarie di Samu Italia, con medico e guardia ecozoofila a bordo, si rechi sul posto, a verificare la segnalazione e a prendere i provvedimenti del caso.

– Le associazioni copriranno i costi di tutti gli interventi effettuati a favore di animali maltrattati, sfruttati, randagi e che vivono con proprietari in condizioni disagiate.

PARTECIPA AL SONDAGGIO:

[poll id=”2″]

[poll id=”3″]

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie, a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Cani abbandonati in autostrada, sorpresi e denunciati 183 automobilisti che hanno fatto uscire il proprio animale ai bordi della carreggiata

Abbandoni estivi, in Italia circa 17mila i gatti abbandonati tra giugno e settembre, Milano tra le città dove il fenomeno è minore

Gatti abbandonati d’estate, quest’anno sono stati quasi 150mila i cuccioli, le nidiate e gli esemplari adulti che gli uomini hanno destinato a morte

Cani abbandonati in autostrada, dal 25 luglio a oggi sono state denunciati 201 casi per flagranza di reato: è il numero più alto degli ultimi 5 anni

Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here