Meteo impazzito, caldo record e neve solo artificiale. Il freddo? arriverà a marzo

Il 91% in meno di acqua e temperature record in tutta Europa: a Mosca superati gli 8 gradi, nel Sud Italia è quasi primavera

ParcoOggi, 22 dicembre 2015, è ufficialmente iniziato l’inverno: il solstizio ha dato infatti il via alla stagione più fredda dell’anno. In teoria. Perché in realtà le temperature registrate non solo in Italia, ma anche in tutta Europa, sono decisamente sopra la media.
91% DI ACQUA IN MENO – L’allarme di questa insolita situazione vede, tra i suoi cardini centrali, la preoccupante mancanza di pioggia, non da ultimo legata all’emergenza smog, che sta provocando conseguenze in numerose città italiane, in primis Milano.
– A dicembre in Italia è caduto il 91% di acqua in meno rispetto alla media del periodo, dopo un mese di novembre con piogge praticamente dimezzate (-49%), con punte di meno 80% al Nord.
NEVE ARTIFICIALE – Chi attendeva la pausa natalizia per andare a sciare, rischia di essere felice solo a metà, poiché sono molti gli impianti dove la neve è per forza, solo, quella artificiale.
TEMPERATURE RECORD IN TUTTA EUROPA – La colonnina del termometro non riserva sorprese solo nel nostro Paese, ma fa registrare record in tutta Europa.
– In particolare, a Mosca il primo giorno di inverno ha visto un caldo assolutamente da record, con il raggiungimento di 8,7°.
PRIMAVERA IN ANTICIPO AL SUD – E se al Nord fa caldo, al Sud, in particolare in Italia, l’alta pressione porta addirittura all’arrivo di temperature primaverili.
LA NEVE? ARRIVERÀ TRA MARZO E APRILE – Proseguendo nella folla delle stagioni, i meteorologi hanno già annunciato che, il caldo, non durerà e, a seguito dell’attuale periodo dell’alta pressione, arriverà la neve: tra marzo e aprile.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here