Discarica abusiva a Bollate su un’area di 4mila metri quadri

Discarica (archivio)Secondo il piano regolatore era tutto chiaro: l’appezzamento di terreno di 4mila metri quadri sito a Bollate, era imprescindibilmente destinato ad uso agricolo.

 

 

Ma il suo proprietario, d’accordo con altre 3 persone tra le quali 2 uomini di origine bulgara, aveva optato per un utilizzo più redditizio, e aveva trasformato l’area in una discarica abusiva.

 

Al momento dell’ispezione del perimetro, i finanzieri del nucleo mobile della compagnia di Rho vi hanno infatti rivenuto:

 

  • 90 autoveicoli radiati dalla motorizzazione civile;
  • carcasse di auto;
  • auto incidentate;
  • rifiuti pericolosi ed inquinanti;
  • motori;
  • batterie;
  • copertoni;
  • sversamento nel suolo di oli esausti ed idrocarburi.

 

Il proprietario del terreno le altre tre persone che gestivano la zona, sono state denunciate per aver creato una discarica di rifiuti pericolosi senza autorizzazione e senza aver adottato misure idonee ad evitare l’inquinamento del suolo, in violazione delle norme contenute nel testo unico che dal 2006 disciplina il settore della tutela ambientale.

 

I responsabili, oltre a dover rispondere per pesanti sanzioni amministrative, saranno chiamati al ripristino dei luoghi.

 

L’appezzamento di terreno, intanto, è stato posto sotto sequestro.

 

Di Redazione