In Bovisa un’isola pedonale di 30mila metri quadri

Progetto_Bovisa“E’ un progetto che farà parlare di sé non solo a Milano e non solo in Italia”, ha commentato l’assessore all’Urbanistica Carlo Masseroli. 

 

 

Sorgerà alla Bovisa e sarà la prima isola pedonale di periferia a Milano. Con una superficie di 30mila metri quadri, diventerà il cuore del nuovo “distretto” di circa 275 mila metri quadri con attività dedicate a moda, design e comunicazione, che sta già prendendo forma intorno alla sede del Politecnico grazie alla riqualificazione da parte di operatori privati delle ex aree industriali del quartiere.

 

Tra gli interventi previsti, una grande piazza al cento dell’isola pedonale di circa 11mila metri quadri, la prima ad essere realizzata nel giro di un paio di anni, residenze universitarie, una piscina e un “hotel degli artisti”, il Fine Arts Hotel Brera, con una factory nella quale saranno impegnati gli studenti dell’Accademia.

 

Un intervento, ha spiegato l’assessore all’Urbanistica visitando le aree interessate dal progetto, che faranno della Bovisa da qui a qualche anno “un quartiere di cui si parlerà non solo a Milano e non sono in Italia”.

 

In tale contesto, Masseroli ha sottolineato come uno dei compiti dell’amministrazione sia svolgere una “attività di coordinamento forte tra gli interventi pubblici e gli interventi privati che faccia sì che la grande volontà di investimento del privato si sposi con una grande riqualificazione del quartiere”.

 

Il progetto, che costerà circa 10 milioni di euro, sarà infatti in parte finanziato attraverso gli oneri di urbanizzazione dagli operatori privati che decideranno di investire nella zona.

 

Di Redazione