Kennedy sul Lambro, il nipote di Bob è testimonial dell’associazione ambientalista Waterkeeper Alliance

Canoa-kajak (archivio)Una presenza insolita è stata protagonista ieri mattina nel Parco della valle del Lambro.

 

Robert Kennedy III, nipote 25enne di Bob, assassinato a Los Angeles nel 1968, è diventato testimonial dell’associazione ambientalista Waterkeeper Alliance, che si occupa in particolare di tutelare i corsi d’acqua.

 

Il giovane Kennedy si è quindi schierato, in Italia, a favore del fiume Lambro, vittima del disastro ambientale causato dal devastante sversamento di idrocarburi.

 

Curiosi, appassionati e alcuni sindaci hanno quindi assistito alla performance del rampollo americano che, insieme a una ventina di imbarcazioni, ieri mattina ha disceso il corso del Lambro in kayak, lungo un percorso che ha avuto inizio presso il mulino di Baggero a Merone, nel comasco, e si è concluso presso il mulino di Peregallo.

 

Con questo insolito evento è quindi cominciata una collaborazione tra la Waterkeeper Alliance, la provincia brianzola e il Parco della valle del Lambro.

 

“Abbiamo intenzione di mettere a disposizione dell’associazione la sua prima sede italiana proprio lungo il Lambro, e abbiamo pensato allo storico Mulino a Peregallo, nel comune di Briosco” ha detto il presidente del Parco, Emiliano Ronzoni, che ha partecipato all’iniziativa.

 

E poiché ieri era il 4 luglio, il giovane Kennedy ha ricevuto un dono decisamente originale: una maglietta sulla quale era stampata la dichiarazione di indipendenza degli Stati Unitiin dialetto milanese.

 

Di Redazione