Via Torino: La strage degli Innocenti

La_strage_degli_Innocenti

Ieri pomeriggio alle 17.30, in Via Torino la performance organizzata da Gaia, Animali & Ambiente Onlus, in difesa degli agnelli.

 

 

 

 

Nel periodo pasquale, infatti, il consumo di agnellini lattanti supera di 3 volte quello degli altri periodi dell’anno, con un vero e proprio massacro quantificabile attorno alle 7.185 tonnellate di agnelli, equivalenti a circa un milione e mezzo di animali. Molti di loro, inoltre, provengono dall’est europeo, e giungono in Italia (anzi, nei nostri piatti), dopo lunghissimi viaggi, stipati in tir e camion-bestiame assolutamente inadeguati anche alle basilari esigenze igienico-sanitaire.

 

D’altra parte, chi si siede a tavola vede nel proprio piatto solo un succulento cosciotto di carne, e non si ferma certo a pensare che, proprio quel pezzo di carne, prima aveva 2 teneri occhioni neri, un pelo candido e lanuginoso, e due morbide orecchione a cornice di un musetto che voleva soltanto dare e ricevere amore.

 

Edgar_Mayer_Presidente_associazione_Gaia_Terra“Per un pranzo pasquale saporito e gustoso, non è per forza necessario cucinare l’agnello,” ci ha spiegato Edgar Meyer, Presidente di Gaia Onlus. “Esistono una molteplicità di ricette, squisite e succulente, con le quali sostituire la classica portata di carne. Sul nostro sito,” aggiunge Meyer, “gli utenti potranno trovarne davvero per tutti i gusti,  come ad esempio la ‘crema del tonno felice’: una deliziosa crema che sa di vitello tonnato, ma che è fatta di ceci, motivo per cui sia il vitello sia il tonno sono felici. In questo modo, si potrà festeggiare Pasqua come un vero momento di pace, anche nel piatto!”

 

 

 

 

Un_momento_della_PerformanceDurante la performance, 2 ragazze hanno indossato abiti bianchi e immacolati. Dopodiché, a simboleggiare la mercificazione dei piccoli agnelli, sono state avvolte dal cellophane assieme a grossi codici a barre. Calcandosi sul viso maschere con il musetto da agnello, si sono quindi sdraiate su un telo candido imbevuto di vernice rossa, giacendo al suolo esattamente come i cadaveri dei piccoli animaletti morti ammazzati.

 

 

 

AgnelliCome sfondo, il belato degli agnellini condotti macello. Straziante e colmo di incessante dolore, sembrava chiedere ai tanti presenti: “Ma perché mi devi ammazzare?”

Per info: 02-86.46.31.11 oppure www.gaiaitalia.it

 

 

 

 

 

 

 

 

Valentina Pirovano