Elezioni amministrative Milano 2011, il 15 e 16 maggio si vota per il Sindaco, elenco delle liste e tutte le info su schede, orari e modalità di voto

Saranno ben 1310 i Comuni Italiani in cui, domenica 15 e lunedì 16 maggio, si svolgeranno le elezioni amministrative per eleggere Sindaci e Presidenti di Provincia. Tra gli 11 capoluoghi di provincia interessati troviamo anche Milano.

 

 

 

 

DATE E ORARI – Il Ministero dell’Interno ha definito nel dettaglio tempi e modalità delle elezioni amministrative 2011. Si voterà:

  • Domenica 15 maggio dalle ore 8.00 alle ore 22.00
  • Lunedì 16 maggio dalle ore 7.00 alle ore 15.00
  • L’eventuale turno di ballottaggio si svolgerà domenica 29 maggio (dalle ore 8.00 alle ore 22.00) e lunedì 30 maggio (dalle ore 7.00 alle ore 15.00).
  • Le operazioni di scrutinio avranno inizio nella stessa giornata di lunedì, al termine delle votazioni e dell’accertamento del numero dei votanti.

 

LE LISTE DI MILANO – Le liste presentate per il Comune di Milano sono 14, anche se 5 di queste sono state ricusate; le presentiamo di seguito in ordine alfabetico:

 

LISTE RICUSATE – Tra le liste ricusate troviamo, sempre in ordine alfabetico:

  • Belloni Marzio – Unione democratica dei consumatori e dei pensionati
  • Leccisi Gabriele – Fiamma Tricolore
  • Loda Massimo – Autonomisti Goisis, Lega Milano, Lega Lombarda Veneta, Partito pensionati europei, Pensionati consumatori, No ecopass, Autonomista
  • Shaari Hamid Abdel – Lista multietnica Milano Nuova: http://www.milanonuova.it/
  • Siri Armando – Partito Italia Nuova: http://www.partitoitalianuova.it/

 

DOCUMENTI NECESSARI – Per poter esercitare il diritto di voto bisogna esibire un valido documento di riconoscimento (carta di identità o patente) oltre che la tessera elettorale personale.

  • Chi avesse smarrito la tessera elettorale potrà richiederne un duplicato agli uffici comunali che saranno aperti, appositamente, da martedì 10 a sabato 14 maggio dalle ore 9.00 alle ore 19.00.
  • Domenica 15 e lunedì 16 maggio, durante le operazioni di voto, gli uffici comunali dedicati rimarrano aperti per tutta la durata delle stesse votazioni.

 

COME SI VOTA – Nei Comuni con più di 15mila abitanti la scheda sarà di colore azzurro. L’elettore potrà votare per:

  • Una delle liste, tracciando un segno sul relativo contrassegno: il voto viene attribuito anche al candidato Sindaco collegato.
  • Un candidato a Sindaco, tracciando un segno sul relativo rettangolo senza scegliere alcuna lista collegata: il voto verrà attribuito unicamente al candidato Sindaco barrato.
  • Un candidato a Sindaco e una delle liste collegate, tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul contrassegno corrispondenti: il voto verrà attribuito sia alla lista che al candidato sindaco.
  • Un candidato a Sindaco ed una lista non collegata, tracciando un segno sul relativo rettangolo e sul contrassegno corrispondenti: il voto verrà attribuito al candidato sindaco ed alla lista non collegata.
  • L’elettore potrà poi manifestare un solo voto di preferenza per la carica di consigliere comunale: basterà scrivere il nominativo del candidato prescelto appartenente alla lista prescelta.

 

L’ARTICOLO 48 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA – Concludiamo ricordando quanto prescrive la Costituzione Italiana all’articolo 48 (Parte Prima – Titolo IV): “[…] Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è dovere civico. […]”.

 

 

Matteo Torti

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here