Protesta agricoltori Milano Cascina Zerbone, Comune vuole la costruzione di 830 appartamenti sui terreni degli ultimi produttori di latte di Milano

All’inizio fu la presentazione di un candidato sindaco nuovo, foriero di garanzie e diritti per i bisognosi e per tutti i delusi dall’amministrazione, più che decennale, condotta dal centro-destra nella capitale meneghina. E così fece il suo ingresso, a Milano, Giuliano Pisapia: un politico nuovo, indipendente, sostenuto tra gli altri dalla lista SEL: Sinistra, Ecologia, Libertà.

 

UNA POLITICA A TRATTI SCHIZOFRENICA – A un anno di Amministrazione arancione, tuttavia, i valori inizialmente professati sembrano legati ad un filo conduttore a tratti schizofrenico, dove gli ideali insiti nei concetti di “sinistra”, e soprattutto “ecologia” e “libertà”, sembrano il parto di decisioni scandite da confusione, mancanza di logica, incoerenza.

 

LA PROTESTA DI UNA NUOVA CATEGORIA DI MILNESI: GLI ARICOLTORI – Ora, alle proteste contro l’affossamento di molteplici diritti dei cittadini (uno su tutti, il fatto che si debba pagare il pedaggio di 5 euro di Area C per recarsi negli ospedali e nei pronto soccorsi di strutture fondamentali per i cittadini, quali Policlinico, Fatebenefratelli, Clinica pediatrica De Marchi), si sono aggiunte anche quelle di una categoria decisamente insospettabile, date le premesse di “Ecologia e libertà”: gli agricoltori.

 

CASCINA ZERBONE: DA 200 ANNI SEDE DEI PRODUTTORI DI LATTE, ORA GLI ULTIMI DI MILANO – Nel dettaglio, si tratta degli agricoltori della Cascina Zerbone, (quartiere ponte Lambro), che ieri mattina hanno manifestato in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, contro il progetto che prevede la costruzione di 830 appartamenti che dovranno sorgere proprio sui terreni attorno alla cascina, dove lavorano gli ultimi produttori di latte di Milano.

 

LA COLATA DI CEMENTO APPROVATA DAL COMUNE – Sotto le reverende pareti del Palazzo, entro il quale è protagonista il sontuoso ufficio del nostro Primo Cittadino, assieme a numerosi agricoltori, la famiglia Airoli, che abita Cascina Zerbone da quasi duecento anni, ha spiegato il proprio dramma e la totale mancanza di certezze per il futuro.

 

CHE FINE FARANNO I 1.500 LITRI DI LATTE PRODOTTI, ADESSO, QUOTIDIANAMENTE? – Il problema, infatti, è che il progetto porterebbe a coprire di cemento i terreni attorno alla Cascina, che verrebbe quindi a trovarsi inglobata in un vero e proprio quartiere cittadino, dove continuare la produzione degli attuali 1.500 litri di latte al giorno, prodotti dalle 120 mucche ivi stanziate, diverrebbe logicamente impossibile.

 

I TERRENI, DEL RESTO, SONO IN AFFITTO, E IL PROPRIETARIO E’ IL COMUNE. CHE NE DISPORRA’ SECONDO I PRINCIPI DI “SINISTRA, ECOLOGIA E LIBERTA’” – I terreni della Cascina, del resto, vennero presi in affitto dal bisnonno dell’attuale conduttore e, dopo lo scadere del contratto di locazione nel 2007, la vasta area è oggi più che mai incontrovertibile proprietà del Comune di Milano, la cui giunta e il cui sindaco, Giuliano Pisapia, vogliono quindi disporne come meglio pare e piace a loro.

– Intanto, mentre gli ultimi produttori di latte di Milano implorano che il via libera al progetto venga bloccato, l’inizio delle colate di cemento è già pronto per il varo: data papabile prevista, il 2014. Ma tutto questo, ovviamente, sempre in nome di sinistra, ecologia e libertà.

 

SCRIVETECI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Area C Milano a 30 km all’ora, invitiamo i lettori a fare una prova ed inviarci, dopo, un commento

Area C Milano, le promesse fatte e non mantenute dal Comune su Area C

Esenzioni Area C Milano malati cronici, la bufala del Comune, intervista di Cronacamilano

Smog Milano, Pm10 ancora oltre i limiti, ennesima delusione per Area C, ecco perché

Area C Milano, PM10 quasi 5 volte oltre i limiti e blocco totale Euro 3, ma Palazzo Marino dirama dati entusiasmanti

Viabilità Milano, boom di motorini e fuga delle auto: moto e scooter non inquinano?

Ticket Area C Milano, corsi Croce Rossa sospesi perché Comune nega esenzioni ai volontari

Area C Milano, smog sopra i limiti da 7 giorni e allarme dei commercianti, “Toglietela!”

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here