Volontariato Milano, Comune assegna oltre 200mila euro al Ciessevi del quale era presidente l’assessore Granelli, ma continua a negare l’esenzione di Area C ai volontari della Croce Rossa

Di seguito la segnalazione di un lettore che, scrivendo alla nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it), pone una domanda semplicissima: dov’è la coerenza del Comune di Milano? L’argomento è di massima rilevanza: il volontariato. La giunta di Palazzo Marino, infatti, ha approvato le linee di indirizzo per la promozione, il sostegno e lo sviluppo del volontariato e dell’associazionismo, attuando tra le altre cose un protocollo d’intesa con Ciessevi (Centro servizi per il Volontariato nella provincia di Milano), che si è visto assegnare ben 216.330 euro. Il protocollo “sancisce una collaborazione strutturale con le associazioni, per promuoverle e aiutarle nella loro missione, mantenendo la propria funzione di regia e coordinamento oltre che di presidio sulla qualità degli interventi”, si legge nel comunicato di Palazzo Marino. Tuttavia, sottolinea il nostro lettore, il signor C.A., nel documento destinato ai cittadini si “tralascia” di spiegare anche che il presidente del Ciessevi è stato, fino al 2006, niente meno che l’attuale Assessore alla Sicurezza e coesione sociale, Polizia locale, Volontariato e Protezione civile, Marco Granelli. “Sarà una coincidenza che, tra tutti gli enti di volontariato, proprio quello abbia avuto oltre 200mila euro?” E’ poi lo stesso Granelli a commentare: “Vogliamo sostenere il volontariato per il contributo cruciale che, da sempre, offre alla città in termini di coesione sociale, sviluppo, solidarietà, partecipazione e cittadinanza attiva e vogliamo dare continuità e struttura al rapporto già esistente tra Amministrazione e associazionismo”. Da qui, quindi, la domanda, ancora, del nostro lettore:  “ Se al Comune sta tanto a cuore il volontariato, perché a quasi un anno dall’introduzione di Area C, la giunta ancora si rifiuta di attribuire le deroghe del pagamento del ticket ai volontari della Croce Rossa? Si tratta di 50 euro complessivi alla settimana, che permetterebbero ai volontari di evitare di pagare per recarsi alla sede CRI di via Caradosso, dove devono frequentare i corsi di formazione necessari a salvare poi la vita alle persone (uno tra tutti il corso sulle manovre anti-soffocamento dei bambini). Dov’è, quindi, la coerenza? Perché questi trattamenti, sempre, così vergognosamente differenziati??”. Nel dettaglio:

 

LA GIUNTA ARANCIONE, GRANDE SOSTENITRICE DEL VOLONTARIATO – “Buongiorno, ho letto con molto piacere, sul sito del Comune di Milano, che questa giunta sostiene la grande importanza del volontariato e degli enti preposti a questa encomiabile attività, – scrive C.A.

 

200.000 MILA EURO AL CIESSEVI: CASUALMENTE IL SUO PRESIDENTE E’ STATO L’ASSESSORE GRANELLI, IN CARICA PER BEN 8 ANNI – “Nel comunicato – prosegue il nostro lettore – Palazzo Marino spiega di aver assegnato 216.330 euro al Ciessevi, il Centro servizi per il Volontariato, per la realizzazione di iniziative nelle zone di Milano.

– “Mi domando se sia una coincidenza – aggiunge ancora il cittadino – che l’assessore Granelli sia stato presidente del Ciessevi per ben 8 anni, dimettendosi nel 2006 quando è diventato consigliere comunale: come mai, tra le centinaia di associazioni e strutture di volontariato milanese, proprio quella ha avuto i fondi??

 

IL VENTO NON DOVEVA CAMBIARE?! – “A questo punto – prosegue il lettore – non posso evitare di riflettere su un dettaglio che conferma, ancora una volta, la grande incoerenza della gente che, ormai da un anno e mezzo, non fa altro che spartirsi la nostra città, continuando a mantenere per se stessa e per i propri amici tutti i privilegi più o meno grandi che, in campagna elettorale, avevano garantito sarebbero stati spazzati via da ‘un vento nuovo’.

 

INTANTO, IL COMUNE HA NEGATO L’ESENZIONE DI AREA C AI VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA –  “Nonostante tutte le belle parole – continua il cittadino, – la giunta arancione, in primis l’assessore al traffico Pierfrancesco Maran, si è rifiutato di concedere le deroghe per il pagamento di Area C ai volontari della Croce Rossa, che devono recarsi ai corsi nella sede di via Caradosso (l’unica preposta in città), scucendo 5 euro ogni volta.

 

L’ESENZIONE ERA STATA RICHIESTA IN TERMINI DI MASSIMA TRASPARENZA, AL FINE DI EVITARE OGNI GENERE DI ABUSO – “Prima dell’introduzione di Area C è stato direttamente il Commissario della CRI di Lombardia, Maurizio Gussoni, a sollevare la questione – spiega ancora C.S. – Nonostante Gussoni si fosse offerto di fornire personalmente un elenco dettagliato dei volontari coinvolti, con tanto di targhe personali delle automobili, al fine di evitare qualsiasi genere di abuso e garantire la massima trasparenza alle deroghe, la risposta di Maran, d’Alfonso & Co. è stata comunque no.

 

L’AMMONTARE DELLE DEROGHE PER LA CRI: 50 EURO SETTIMANALI DURANTE IL PERIODO DEI CORSI. MA LA GIUNTA HA DETTO NO. – “Si srebbe strattato, soltanto, di 50 euro complessivi durante il periodo dei corsi – osserva C.A. – Il comune continua a negarli… anche se tutta la giunta, con tanto di amici e parenti (in primis il Sindaco Pisapia con il nipote!) vanno puntualmente a San Siro e utilizzano biglietti gratuiti per migliaia e migliaia di euro!

 

LA GENTE DEVE SAPERE QUESTE COSE, DEVE SAPERE CHI C’E’, REALMENTE, A GOVERNARE LA CITTA’” – Dov’è, quindi, il reale sostegno al volontariato?? I corsi di via Cradosso sono stati sospesi, possibile che siamo in una città dove il Comune lasci accadere una cosa del genere?!?! Sono schifato – conclude il cittadino, – per favore fate in modo che la gente sappia queste cose: i cittadini devono sapere con chi hanno a che fare. Grazie, C.A.”

 

INVIATECI LE VOSTRE SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Area C Milano, ci sono le deroghe ma non per i volontari della Croce Rossa

Ticket Area C Milano, corsi Croce Rossa sospesi perché Comune nega esenzioni ai volontari

Esenzioni area C Milano Croce Rossa, il Comune confonde le idee ma i volontari CRI dovranno pagare

Biglietti gratis San Siro per Pisapia e tutta la giunta arancione, elenco. E io pago, diceva Totò

Spese Comune Milano, a luglio approvati due nuovi collaboratori di fiducia per 104.810 euro, ma “Non ci sono soldi” e le iniziative per gli anziani vengono chiuse in anticipo

Di Redazione

 

 

 

1 COMMENTO

  1. A proposito di volontariato, perché il Pane Quotidiano, associazione di volontariato sita nel vecchio Dazio di Viale Monza, paga l’affitto al Comune??? Non vi sembra una incongruenza??? Non vi sentite un po’ pagliacci??? (parlo naturalmente con gli assessori preposti!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here