Scuole quartiere Adriano Milano, caos per le iscrizioni alla Carnovali e alla San Mamete. Mentre fra i criteri spunta Google Maps, CronacaMilano continua l’inchiesta per dar voce ai problemi della zona

“Nel parco Adriano non c’è nessuna scuola: né materne, né elementari, né medie” E’così che esordisce un nostro lettore, che ha contattato la nostra Redazione (redazione@cronacamilano.it) per raccontare ancora una volta quanto succede nel quartiere Adriano di Milano (nella foto, il sindaco Giuliano Pisapia in una passeggiata pre-elettorale assieme ai residenti della zona). Proprio il nostro lettore, infatti, ci ha spiegato che, oltre alla stato di abbandono documentato nella nostra inchiesta di qualche settimana fa, nel quartiere Adriano, situato a nord-ovest di Milano, a circa 200 metri di distanza dal parco, i cittadini “stanno aspettando una scuola media da una ventina di anni”. Nel dettaglio:

 

LA SCUOLA NON SI COSTRUISCE PIÙ, LA PROVINCIA SI “LAVA LE MANI” – “Era stata individuata una location dove avrebbe dovuto sorgere la scuola – mi spiega il lettore – ma, in seguito, il progetto è passato nelle mani della Provincia, che proprio in quel sito sembrerebbe interessata fare dell’edilizia, forse privata, anziché costruire una scuola”;

– Da circa tre anni, quando cioè è avvenuta la consegna delle case, i residenti del quartiere sono quindi costretti ad appoggiarsi alle scuole limitrofe di Precotto (scuola Carnovali) e di Adriano (scuola Bottego di via San Mamete).

 

FRA I CRITERI DI ASSEGNAZIONE SPUNTA GOOGLE MAPS – La novità è che, se prima il Comune distribuiva “in modo equo e sensato” tutta la richiesta del quartiere Adriano nel bacino d’utenza di Carnovali e San Mamete, a partire da quest’anno, invece, per verificare la distanza delle scuole dai centri abitativi, viene utilizzato Google Maps (la logica è: “la scuola più vicina a te è la tua prima scelta”);

– Secondo questo noto servizio di mapping, la scuola più vicina al quartiere Adriano non è quella di via Carnovali (come indicato dal Comune negli anni precedenti e all’apertura delle iscrizioni online), bensì quelle di San Mamete e di via Adriano.

 

NON ABBIAMO PIÙ NEANCHE LA SCUOLA DI PRECOTTO – Di diverso avviso è, però, il nostro lettore, secondo il quale il punto indicato con tanto di bandierina colorata sulla mappa di Google risulta spostato di circa 200 metri da dove, in realtà, si troverebbe il civico della scuola Carnovali (per dimostrarlo, mi racconta di aver percorso a piedi il tragitto che conduce alle tre scuole e di aver confrontato le distanze, utilizzando una semplice app contapassi);

 

LA SCUOLA DI CARNOVALI È LA PIÙ VICINA AL QUARTIERE – “La scuola di Carnovali è senz’altro la più vicina al quartiere Adriano – sostiene il cittadino –, nonostante ciò, non si capisce perché non è stata data nessuna possibilità di sceglierla” (per la maggior parte dei residenti l’istituto figura come terza scelta, ndr). Il risultato è che, oltre a tutti i ben noti disagi documentati con minuzia di particolari nei nostri precedenti reportage, gli amici del quartiere Adriano non hanno più nemmeno una scuola pubblica a loro disposizione.

 

I MIEI FIGLI IN SCUOLE DIVERSE – “Io ho due bambini e, se è vero quanto detto dal Comune, sarò costretto a iscrivere il più piccolo in una scuola diversa da quella del grande, con la conseguenza che dovrò percorrere chilometri di coda per accompagnarli e andarli a riprendere” – è l’ulteriore osservazione, nonché legittima preoccupazione del lettore, alla quale la redazione di CronacaMilano si unisce ricordando all’Amministrazione comunale gli impegni presi in campagna elettorale per ridurre il traffico su strada e migliorare la qualità dell’aria respirata (il Comune ha comunque voluto rassicurare i genitori che si trovano nella stessa situazione, affermando che il ricongiungimento dei figli iscritti in scuole diverse sarà considerato un criterio prioritario ai fini della valutazione delle domande);

 

IL PRIVATO COME UNICA ALTERNATIVA – “L’unica alternativa – continua il lettore – è rivolgersi a istituti scolastici privati che, come tutti sanno, hanno costi insostenibili ai più e comunque incompatibili con il periodo di crisi economica”.

 

UNA NUOVA SCUOLA FRA DUE ANNI? I PROBLEMI NON MANCHERANNO – Negli ultimi incontri tenutesi con gli assessori dei Consigli di Zona 2, è circolata una voce insistente che dà per certa la costruzione di una scuola all’interno del parco Adriano nei prossimi due anni. Al riguardo, però, il nostro lettore si dice perplesso e frena gli entusiasmi, affermando che in ogni caso i problemi non saranno risolti, perché “per quella data è previsto anche l’abbattimento del polo scolastico di Carnovali”. Ne consegue che il bacino d’utenza di Precotto sarà inevitabilmente dirottato sulla scuola del parco Adriano.

 

SIAMO LA TERRA DI NESSUNO, I SERVIZI BASE LATITANO – “Ci stanno negando i servizi base, a cominciare dall’istruzione che dovrebbe essere garantita a tutti, – denuncia il cittadino. – Non si può pensare che in una superficie di circa 500 mila metri quadrati e 200.000 unità abitative manchino servizi fondamentali, come scuole, centri sportivi, bar ed esercizi commerciali (previsti nel piano d’intervento) e soprattutto collegamenti con Milano (al momento gli unici mezzi pubblici, che servono l’area senza però attraversare il quartiere sono il 7 e l’86)”.

 

LA PALLA PASSA AL COMUNE: DARANNO UNA RISPOSTA CONCRETA? – Come sempre, CronacaMilano invita il Comune e gli assessori di competenza a fornire risposte concrete e tempestive. Intanto, esortiamo tutti i cittadini a persistere nel raccontarci come vanno le cose: continueremo a a dar voce ai problemi di tutti i quartieri della città

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Degrado via Gassman Milano quartiere Adriano, l’inchiesta di CronacaMilano un anno dopo: il Comune non ha risolto i problemi, che sono solo peggiorati

Via Gassman Milano Quartiere Adriano, tante promesse elettorali ma i disabili sono ancora bloccati tra aiuole e cemento: foto e intervista di CronacaMilano

Esenzioni Area C Milano malati cronici, la bufala del Comune, intervista di Cronacamilano

Via Ferrante Aporti Milano, dopo altri 6 mesi di promesse del Comune, il degrado continua, foto e interviste

Protesta precari del Comune di Milano, la giunta Pisapia ha bloccato le assunzioni, chiedono giustizia

Iniziati lavori Darsena Milano, l’indignazione di Enpa: “Grande delusione per giunta Pisapia”

Abbonamenti Atm gratuiti Milano, Comune mette in palio 645 abbonamenti per una città di oltre 1 milione di abitanti

Biglietti gratis San Siro per Pisapia e tutta la giunta arancione, elenco. “E io pago”, diceva Totò

Precari Comune di Milano, proteste per le promesse elettorali non mantenute dalla giunta, dettagli

Francesco Tempesta