Francesco Paolo Tronca nuovo Prefetto di Milano: carriera e info, dalla laurea in legge, a Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco

Francesco Paolo TroncaE’ stato nominato l’8 agosto 2013, durante l’ultima seduta del Consiglio dei Ministri e su proposta del ministro dell’interno Angelino Alfano, il nuovo Prefetto di Milano. Si tratta di Francesco Paolo Tronca che, oggi, si è insediato nel Palazzo di corso Monforte, succedendo a Camillo Andreana, in pensione dal 1° luglio scorso.

 

GLI STUDI – Tronca, classe 1952, sposato, con un figlio di 17 anni, è nato a Palermo, completando gli studi in Toscana e laureandosi a Pisa nel 1975, in Giurisprudenza. Nel 1986 ha conseguito poi la Laurea in Storia, nello stesso Ateneo.

– Abilitato all’esercizio della professione forense, dopo aver compiuto il servizio militare come Ufficiale nella Guardia di Finanza, ha superato il concorso di Commissario di P.S., prendendo servizio a Varese nel 1977.

– E’ anche autore di diverse pubblicazioni giuridiche, tra le quali si annoverano un manuale sul trasporto di sostanze pericolose, pubblicato dal Ministero dell’Interno, e il volume “Le attività industriali a rischio di incidente rilevante”.

– Inoltre, E’ Cultore della Materia di Storia del Diritto Italiano presso l’Università Statale di Milano.

 

LA CARRIERA IN PREFETTURA – Nel 1979 è risultato vincitore del concorso per Consigliere di Prefettura, iniziando la carriera nell’Amministrazione Civile dell’Interno presso la Prefettura di Milano, con l’incarico di Capo della Segreteria del Prefetto e responsabile dell’Ufficio Protezione Civile.

– Tra i lavori curati nei primi anni, spiccano la “mappatura delle aziende a rischio”, i piani di emergenza per la centrale nucleare di Caorso, per il reattore nucleare CESNEF del Politecnico di Milano, nonché per numerose aziende a rischio della provincia.

– Sempre in tema di emergenze, è stato anche chiamato a gestire molteplici emergenze di protezione civile, tra le quali, in particolare, la “grande nevicata” del 1985 che paralizzò, per oltre dieci giorni, gran parte della provincia di Milano.

– Nel 1982 è stato poi nominato Vice Capo Gabinetto; nei medesimo periodo ha svolto anche incarichi di missione, tra i quali rientrano quello di Dirigente del Centro Operativo Misto di Bormio durante l’emergenza Valtellina del 1987 e di Commissario Prefettizio dei Comuni di Vizzolo Predabissi, Lesmo e Monza.

– Gli incarichi connessi alla Prefettura iniziano nel 1993, quando è nominato Capo di Gabinetto della Prefettura di Milano; nel 2000 la nuova nomina di Viceprefetto Vicario della medesima sede.

– Ancora, nella seduta del Consiglio dei Ministri del 23 maggio 2003 è stato nominato Prefetto della Repubblica e gli è stata assegnata la titolarità della sede di Lucca.

– Il 6 aprile 2006 è stato destinato a svolgere le funzioni di Prefetto della provincia di Brescia.

 

L’ARRIVO TRA I VIGILI DEL FUOCO, COME CAPO DIPARTIMENTO – Dal 2 dicembre 2008 ricopre l’incarico di Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile presso il Ministero dell’Interno.

Non manca anche una approfondita esperienza nel campo della sicurezza pubblica, della mediazione sociale, delle problematiche dell’immigrazione e delle gestione delle emergenze, che ha vissuto e gestito fin dal 1980, in occasione del terremoto in Irpinia.

– Da allora si è occupato di criminalità organizzata, di rapporti sindacali e di protezione civile nella Prefettura di Milano, dove ha concluso il mandato coordinando le operazioni di soccorso e di assistenza ai familiari delle vittime del disastro di Linate dell’8 ottobre 2001, il più grave incidente aereo mai avvenuto in Italia.

 

LE CRITICITA’ AFFRONTATE – Da Capo Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile, Tronca ha dovuto fronteggiare una lunga serie di criticità. Tra queste ricordiamo:

– Dalla piena del Tevere (dicembre 2008) al terremoto de L’Aquila (aprile 2009), dal disastro ferroviario di Viareggio (giugno 2009) all’alluvione di Giampilieri (ottobre 2009), dalle calamità che hanno colpito la Liguria (ottobre 2011) alle operazioni di soccorso alla nave “Concordia” (gennaio 2012), dalla prolungata emergenza neve (febbraio 2012) al sisma che ha colpito l’Emilia (maggio 2012) fino ai recenti e gravi incidenti presso il Porto di Genova (maggio 2013), presso una fabbrica di fuochi di artificio di Pescara (luglio 2013) e, da ultimo, la tragedia occorsa per l’incidente stradale del 28 luglio 2013 ad Avellino: in tutte queste occasioni, l’operato del Dipartimento, sotto la responsabilità del Prefetto Tronca, ha ricevuto unanimi consensi per la celerità, l’efficienza e la professionalità della risposta, come è tra l’altro testimoniato dal conferimento, in questi anni, da parte del Presidente della Repubblica, di 5 medaglie alla bandiera del Corpo Nazionale (2 medaglie d’oro al valor civile – terremoto dell’Abruzzo, incidente di Viareggio, – una  medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte – sempre per l’Abruzzo – e due medaglie d’argento al valor civile, – alluvione di Giampilieri e Emergenza umanitaria per l’afflusso di cittadini extracomunitari a Lampedusa). Un’altra medaglia d’oro al valor civile è stata, infine, conferita nel 2011, per l’attività svolta dal Corpo nel ventennio 1992-2011.

 

LE MISSIONI INTERNAZIONALI – Negli stessi anni è stata, inoltre, intensificata la partecipazione del Dipartimento dei Vigili del Fuoco alle missioni internazionali di soccorso:  dal terremoto di Haiti (gennaio 2010) a quello del Cile (febbraio 2010), dal disastro di Fukushima (marzo 2011) al progetto “Libia-Bengasi”, relativo allo sviluppo del sistema di protezione civile e dei vigili del fuoco della Città di Bengasi (2012).

 

IL GRADO DI FIDUCIA RAGGIUNTO DAI VIGILI DEL FUOCO – Gli ulteriori risultati raggiunti dal Dipartimento e, in particolare, l’assunzione di nuove responsabilità (dall’acquisizione della flotta di spegnimento aereo dei Canadair dal Dipartimento della Protezione Civile, all’investimento in nuovi versanti operativi, quali i Nuclei cinofili ed i Nuclei per il recupero e messa in sicurezza dei beni artistici), costituiscono una conferma della accresciuta affidabilità e credibilità maturate della struttura in questi anni: riconoscimenti, questi, che hanno ricevuto concreta corrispondenza nel primo rapporto ufficiale, redatto dall’Istat e dal Cnel, sul “Benessere Equo e Sostenibile – BES”, la più moderna e completa analisi sulle condizioni di progresso e sviluppo di una comunità, che ha indicato i Vigili del Fuoco come l’Istituzione verso la quale è riposto il più alto grado di fiducia da parte degli Italiani. Analogo primato è stato riconosciuto, da ultimo, dal Rapporto Annuale dell’Istat per il 2013.

 

I RICONOSCIMENTI DELL’ORDINE MELITENSE E DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – Per la proficua sinergia avviata tra il Dipartimento dei Vigili del Fuoco e il Sovrano Militare Ordine di Malta, in occasione del terremoto de L’Aquila, il Prefetto Tronca è stato anche insignito del grado di Grande Ufficiale al Merito dell’Ordine Melitense.

Già Cavaliere di Gran Croce al Merito dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, il 2 giugno 2012 è stato infine nominato, dal Presidente della Repubblica, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci e mandateci le vostre foto a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ –  Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro.

 

Leggi anche:

Incendio bar corso Sempione Milano, Vigili del Fuoco evacuano 46 persone e ne portano via 5 a braccio, poiché in sedia a rotelle

Incendio centro autodemolizione Cormano, Vigili del Fuoco impegnati per 14 ore

Strage via Palestro Milano: mostra, commemorazioni ed eventi 24 – 27 luglio 2013. Info e testimonianze per non dimenticare

Tentato suicidio via Ansperto Milano, ragazzo 22 enne salvato dai Vigili del Fuoco

Nube tossica azienda Rozzano, risolutivo l’immediato intervento dei Vigili del Fuoco

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here