Bonus 80 euro Renzi, spiegazioni su come funziona e analisi decreto Irpef

euroDopo giorni di entusiasmo per l’annuncio del bonus da 80 euro in busta paga previsto dal governo Renzi, finalmente riusciamo a scoprire qualcosa di più anche sul suo funzionamento. Ieri l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la circolare N. 8/E in cui sono elencati i meccanismi di funzionamento del Decreto Irpef. Scopriamolo assieme.

 

LA CIRCOLARE N. 8/E DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE – Il bonus Irpef per i “lavoratori dipendenti e assimilati” sarà riconosciuto in busta paga a partire da maggio e non sarà necessario presentare alcun tipo di domanda.

– Il credito, come detto nei giorni scorsi, sarà previsto per tutti i lavoratori dipendenti e assimilati che hanno un reddito annuo lordo complessivo inferiore a 26.000 euro e sarà erogato direttamente dai datori di lavoro in tutti quei casi in cui l’imposta lorda dell’anno è superiore alle detrazioni per lavoro dipendente.

– E chi ha i requisiti per riceverlo, ma non ha un sostituto d’imposta perchè, ad esempio, ha concluso il suo rapporto di lavoro prima del mese di maggio? Semplice, potrà chiedere il bonus nella dichiarazione dei redditi per il 2014.

 

TUTTI I BENEFICIARI DEL BONUS – I beneficiari del Decreto Irpef sono tutti quei contribuenti che nel 2014 percepiscono redditi lordi da lavoro dipendente fino a 26mila euro “purchè l’imposta lorda dell’anno sia superiore alle detrazioni per lavoro dipendente”.

– Inoltre il bonus spetta anche a chi ha un’imposta lorda azzerata da altre categorie di detrazioni, come ad esempio quelle per i carichi di famiglia.

 

LE REGOLE PER DETERMINARE IL BONUS – E’ importante sottolineare che il credito “è rapportato al periodo di lavoro nell’anno” e per questo sarà calcolato in base alla durata del rapporto di lavoro, considerando il numero di giorni lavorati nell’anno.

– L’importo del credito sarà di 640 euro, 80 euro mensili a partire da maggio, e vale per i redditi al di sotto dei 24mila euro.

– Tra 24mila e 26mila il bonus si riduce fino ad annullarsi. In particolare, se il reddito è compreso tra 24mila e 26mila euro, il bonus spetta “per la parte corrispondente al rapporto tra l’importo di 26.000 euro, diminuito del reddito complessivo, e l’importo di 2.000 euro”.

 

BONUS PER CHI NON HA SOSTITUTO D’IMPOSTA – La circolare dell’Agenzia delle Entrate prevede che il bonus vada anche a chi rispetta i requisiti pur non avendo un sostituto d’imposta. E’ il caso, ad esempio, di tutti quei soggetti che hanno visto il loro rapporto di lavoro chiudersi prima dell’introduzione di questa misura.

– Questi contribuenti potranno chiedere il credito spettante nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo di imposta del 2014, utilizzarlo come compensazione o chiederlo come rimborso.

 

E SE IL CREDITO NON VI SPETTA? – I sostituti di imposta, dice la circolare, devono riconoscere in via automatica il credito in base alle informazioni in loro possesso.

– I contribuenti che percepiscono redditi diversi rispetto a quello conosciuto dal sostituto d’imposta sono tenuti a dar a lui comunicazione, in modo che possa conteggiare effettivamente quanto hanno diritto ad avere.

– Il contribuente, è previsto nella circolare dell’Agenzia delle Entrate, “che abbia comunque percepito dal sostituto d’imposta un credito in tutto o in parte non spettante è tenuto alla restituzione dello stesso in sede di dichiarazione dei redditi”.

 

COME SCARICARE LA CIRCOLARE – Chiudiamo proponendovi il link da cui scaricare la circolare dell’Agenzia delle Entrate.

 

INVIATECI LE VOSTRE FOTO E SEGNALAZIONI – Per le vostre segnalazioni e foto circa incidenti, emergenze, autovelox nascosti, strade dissestate e buchi sul manto stradale, disagi sociali, odissee burocratiche, truffe, rapine, aggressioni, zone carenti di sicurezza, aree preda di degrado o spaccio, problematiche sui mezzi pubblici, borseggi, maltrattamenti sugli animali o altro, scriveteci a redazione@cronacamilano.it

– Il nostro Staff riserverà la massima attenzione ad ogni caso, per dar voce direttamente ai cittadini, senza “filtri politici”.

 

VISIBILITA’ ALLA VOSTRA ATTIVITA’ – Se siete interessati a dare visibilità alla vostra attività commerciale, scriveteci a info@cronacamilano.it

– Il nostro Staff sarà a vostra disposizione per proporvi, senza alcun impegno, le migliori soluzioni pubblicitarie a partire da pochi euro

 

Leggi anche:

Decreto Irpef Renzi, come calcolare il bonus di 80 euro, e analisi punto per punto

Def Governo Renzi, confermato il taglio dell’Irpef e la patrimoniale sulle rendite finanziarie Analisi punto per punto

Riforma del Lavoro Poletti, come cambia il contratto a tempo determinato Tutte le novità del Job Acts di Matteo Renzi

Abolizione Senato Renzi, cosa cambia, chi ne farà parte, spiegazioni e commenti

Ddl abolizione Province approvato dal Senato, Renzi ha la fiducia. Le spiegazioni per tutti

Matteo Torti

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here