10 telecamere per sorvegliare 4 zone a rischio di Milano

CCTVIl tema della sicurezza è sempre dominante a Milano, per questo il Comune ha approvato l’installazione di 10 impianti di videosorveglianza che saranno attivi tra fine maggio e metà giugno.

 

 

 

Le telecamere in questione vantano tecnologie di ultragenerazione, e sono stati gli stessi cittadini ad aver selezionato 4 zone particolarmente pericolose: via Mar Nero, la fermata metropolitana di Rogoredo (qui, in particolare, sono previsti 4 apparecchi fissi e 2 dotati di tecnologia wireless), via Anselmo da Baggio e via Manaresi.

 

Le dieci telecamere andranno a implementare il sistema di videosorveglianza milanese che, ad oggi, è costituito da: 1.305 impianti di cui 959 solo per la sicurezza, 148 colonnine SOS, 48 telecamere wireless sui Security Point e 8 sistemi “urla e sparo”.

 

Tali impianti si uniscono ai 95 sistemi di sorveglianza posizionati sulle pensiline Atm che, nel 2009, hanno consentito di fornire alla magistratura e alle forze dell’ordine 2.025 filmati, utilizzati durante le indagini condotte dalle autorità.

 

                                                                                                                 Di Redazione