Aumento tariffe trasporto pubblico 1 febbraio, aumento 10% e sconti abbonamenti pendolari

Dall’1 febbraio sono scattati gli aumenti del 10% sulle tariffe di trasporto pubblico lombardo affiancati, nel contempo, dalle riduzioni per il 40% dei pendolari, quelli che ogni giorno compiono i tragitti piu’ lunghi.

 

In tal modo, lo scopo della Regione è stato quello di consentire, a chi utilizza maggiormente il trasporto pubblico, di risparmiare fino a 39 euro al mese per chi deve raggiungere Milano da Bergamo, 23 euro da Lecco, 15 euro al mese da Mantova.

 

Lo ha ricordato alla vigilia degli annunciati rincari dei mezzi pubblici il presidente della Regione Roberto Formigoni, che con l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Cattaneo e all’amministrazione delegato di Trenitalia-LeNord, Giuseppe Biesuz, ha fatto il punto sui vantaggi dell’abbonamento mensile integrato per viaggiare con tutti i trasporti pubblici della Lombardia, in vendita da oggi a 85 euro, e sugli altri titoli di viaggio agevolati promossi dalla Regione.

 

“Abbiamo lavorato lungamente in questi mesi – ha detto Formigoni – per trovare la soluzione migliore per far fronte ai tagli che la finanziaria aveva portato al trasporto pubblico locale. Innanzitutto alzai la voce con il governo dicendo che quei tagli erano insostenibili, e abbiamo ottenuto una riduzione dei tagli. Poi abbiamo fatto alcune scelte di fondo.

 

Non abbiamo tagliato i servizi – spiega ancora Formigoni –  anzi abbiamo aumentato il numero delle corse, soprattutto ferroviarie, a disposizione dei cittadini.

 

“In secondo luogo – aggiunge il Governatore della Lombardia – a fronte della necessita’ di aumentare le tariffe del 10%, abbiamo individuato alcune categorie di cittadini che spendevano di piu’ per gli abbonamenti e per questi abbiamo introdotto delle diminuzioni.

 

“In sostanza ci sara’ un aumento del 10% per chi spendeva 20 o 30 euro per l’abbonamento mensile – sottolinea Formigoni. – Per coloro invece che percorrendo distanze maggiori dovevano spendere cifre superiori ai 100 euro, abbiamo introdotto la forma di un abbonamento generalizzato a 85 euro“.

 

Il vantaggio di tutti questi titoli, ha rimarcato Formigoni, e’ “l’integrazione tariffaria: con un solo biglietto o abbonamento si potra’ utilizzare treno, metropolitana, tram, trasporti pubblici locali delle varie province e citta’.

 

“In sostanza – specifica ancora Formigoni – il 40% degli utenti lombardi del servizio pubblico locale da domani risparmieranno. Il 60% spendera’ qualcosa in piu’, ma sono coloro che spendevano meno”.

Il mensile integrato e il biglietto giornaliero da 15 euro saranno in vendita da oggi.

 

Dal 1 marzo saranno invece disponibili i plurigiornalieri da:

  • due giorni a 20 euro,
  • tre giorni a 30 euro,
  • abbonamento settimanale da 40 euro.

 

Leggi anche:

Aumento tariffe trasporto pubblico locale dal 1 febbraio 2011

Nuovi biglietti Io viaggio, tutte le informazioni per in famiglia, TrenoCittà, ovunque in Lombardia


Di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here