Bambino caduto metropolitana Loreto, Carabiniere lo salva

E’ successo alle 16 circa di ieri, alla fermata della metropolitana Loreto.

 

Un bambino di 10 anni, come tanti suoi coetanei, stava attendendo il treno e intanto giocava con un videogame portatile.

 

Completamente assorbito dal gioco, il bambino si è inconsapevolmente avvicinato alla linea gialla della banchina finché, prima di poterlo fermare, ha messo un piede nel vuoto cadendo letteralmente nel vano dei binari, dove ha sbattuto con forza la testa.

 

Senza perdere un istante un Carabiniere di 26 anni, Alessandro Micalizzi, in servizio alla stazione di Pioltello ma in quel momento semplicemente diretto verso Gessate,  si è gettato dietro il bambino, buttandosi tra i binari per salvarlo.

 

Poco prima che sopraggiungesse il treno successivo, Micalizzi ha quindi afferrato il bambino di peso spingendolo sopra la banchina, al sicuro, seguendolo poco dopo anche lui stesso.

 

Tra lo sbalordimento dei presenti, tanti hanno battuto le mani mentre il bambino, con una ferita alla testa ma sostanzialmente salvo, è stato raggiunto dalla mamma, che ha rifiutato le cure mediche sostenendo di voler portare lei stessa il bambino in ospedale.

 

Leggi anche:

Tentato suicidio linea rossa Pasteur, il conducente ha frenato in tempo

Ragazzo investito dal treno Sesto San Giovanni, forse si è buttato per salvare la fidanzata

MM Duomo, seduto nella banchina della metropolitana oltre la linea gialla, attendeva il treno per buttarsi. E’ stato salvato in tempo

Suicida invia sms a sconosciuto e viene salvata


Di Redazione

 

[vsw id=”S-fVEp8aqZE” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here