Trans sieropositivi si prostituivano appartamenti via Ferrante Aporti

E’ accaduto in un palazzo di via Ferrante Aporti.

 

Qui due tran brasiliani, clandestini e in cura in un ospedale cittadino in quanto sieropositivi, utilizzavano i propri appartamenti per ricevere i propri clienti.

 

L’attività è stata scoperta dalla Polizia Locale, i cui agenti hanno smantellato il giro d’affari dei due, basato su circa 600 clienti ricevuti al mese, per un totale di 250mila euro all’anno.

 

I due trans sono stati quindi indagati ma, da quanto si apprende dal vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Riccardo de Corato, “sono gia’ liberi grazie ai giudici“.

 

Contestualmente sono stati eseguiti anche i controlli sul proprietario dell’appartamento dove i trans risiedevano in nero: si tratta di un uomo italiano di 45 anni denunciato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

 

Il piu’ giovane dei due, di 26 anni – ha detto il vicesindaco – era gia’ stato espulso ed e’ rientrato prima dei dieci anni in Italia. L’altro, di 38 anni, aveva un ordine di espulsione della Questura di Rimini. Ma il pm ha negato l’arresto”.

 

“Mi chiedo come sia possibile che il magistrato abbia negato l’arresto di almeno uno dei due, visto che la legge Bossi-Fini dice che chi non rispetta un ordine di espulsione va arrestato e rischia fino a 4 anni di reclusione – ha sottolineato De Corato. – In questo modo il contrasto alla clandestinita’, in particolare di chi e’ recidivo e non rispetta gli ordini di allontanamento disposti dalla Questura, risultera’ sempre piu’ virtuale.

 

Rispetto al caso precipuo, il vicesindaco ha poi specificato: “E’ presumibile che i soggetti ce li ritroveremo ancora in circolazione, creando problemi di sicurezza e un rischio per la salute pubblica vista la condizione di sieropositivita’ della quale dubito informassero i clienti”.

 

Leggi anche:

Trans spruzza spray urticante ufficio postale via Sassetti, colpite persone in coda allo sportello

Prostitute e trans Milano, controlli e 65 multe elevate nella notte

Transessuali e prostituzione, i controlli non si fermano e continuano i “pattuglioni” notturni che anche durante la notte scorsa hanno portato il fermo di 5 trans

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here