Arresto spacciatori largo Mattei, viale Monza, hanno 17 e 20 anni

A pochi giorni dal pestaggio del 16enne da parte di un branco di giovani in viale Monza, arrivano dure risposte di sicurezza e controllo del territorio contro il bullismo nel quartiere, “A dimostrazione che a Milano non ci sono zone franche”. Nel dettaglio:

 

 

 

  • I Carabinieri hanno infatti fermato i 4 responsabili dell’aggressione di sabato,
  • mentre la Polizia Locale ha arrestato 2 spacciatori italiani, uno dei quali minorenne, che vendevano hashish e marijuana nell’area verde di Largo Mattei, sempre in zona viale Monza.

 

“Gli interventi eseguiti rispondono all’appello lanciato dal padre del giovane picchiato e testimoniano la presenza di Forze dell’ordine e Polizia Locale sul territorio, – ha detto il vicsindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. – “I giovani spacciatori arrestati dai vigili, in particolare, erano spesso accompagnati da altri ragazzi: una sorta di banda che si impadroniva dell’area giochi per spacciare, anche con cani pitbull di grossa taglia”.

 

Per quanto riguarda l’arresto dei pusher, i controlli dei vigili sono scattati su richiesta del vicesindaco.

 

I due spacciatori sono giovanissimi ed entrambi italiani:

  • un minore di 17 anni, fermato in flagranza di reato con 15 grammi di hashish e oltre 300 euro addosso;
  • il suo compagno, 20 anni, rintracciato successivamente grazie al giubbotto e al cellulare abbandonati sul posto per sfuggire ai controlli dei vigili. Presso la sua abitazione, sempre in zona viale Monza, sono stati trovati complessivamente 200 grammi di sostanza stupefacente, tra hashish e marijuana, un bilancino e 600 euro in contanti;
  • entrambi i pusher si trovano attualmente in carcere, il minore in Beccaria, l’altro a San Vittore.

 

“Il fermo dei responsabili del pestaggio di sabato da parte dei Carabinieri – commenta De Corato – e il duplice arresto dei vigili dimostrano come l’area di viale Monza continui ad essere oggetto di attenzione, anche grazie alla presenza delle pattuglie per il controllo delle ordinanze nella vicina via Padova. E sono un’importante risposta di sicurezza contro violenza e bullismo a pochi giorni dall’appello del padre del giovane picchiato. Un episodio, quello di sabato, che ha colpito per la gratuità della violenza e a seguito del quale l’Amministrazione, attraverso il Sindaco Moratti, ha espresso solidarietà e vicinanza alla famiglia”.

 

“Il fatto che uno dei due pusher sia un minore – sottolinea De Corato – conferma come sia diffuso tra i giovani il problema dello spaccio e del consumo di stupefacenti, così come l’abuso di alcol. Pratiche che possono aumentare l’aggressività e la violenza. Proprio una recente ricerca realizzata dall’Asl di Milano dice che 6 adolescenti su 10 hanno provato droghe. Ed è per far fronte a questa criticità, e ancor meglio prevenirla, che il Sindaco ha adottato un’ordinanza che punisce consumo e acquisto di droga e che nel 2010 ha permesso di comminare oltre 600 sanzioni. Anche contro l’alcol esistono apposite ordinanze ed è importante rilevare come l’anno scorso le multe contro minori si siano azzerate del tutto, segno di una prevenzione efficace e diffusa”.

 

Leggi anche:

Spacciatori minorenni davanti scuola, due studenti di 15 e 17 anni del liceo di Lambrate e di un istituto turistico rifornivano i coetanei

Droga nella Playstation Novate, fratellini di 12 e 15 anni avevano occultato 66 dosi tra “i giocattoli” di casa

Smart drugs e smart shop, allarme a Milano e in Italia

Elogio dello spinello: farsi una canna fa davvero così male? Sentiamo le risposte dei medici

Droga e alcool per tutti in piazza Castello, 1 maggio 2010 “Siamo tutti responsabili: l’indifferenza è un crimine”

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here