Compra un pesce ma è “ripieno” di vetro e di una fototessera

Bancarella_del_pesceUna cena a base di pesce, lo dicono i nutrizionisti, è sana e nutriente. Ma cosa succede quando l’animale svela un ripieno “non proprio genuino”?

 

 

Se lo sarà sicuramente chiesto Luca M., 36 anni, che ieri sera aveva deciso di acquistare un appetitoso branzino in un centro commerciale della nostra città.

 

Una volta giunto nella sua casa di via Fratelli Zoia, dopo aver indossato i panni del perfetto casalingo, il ragazzo si appresta alla pulitura dell’animale, e con totale sgomento trova al suo interno non soltanto una fototessera, ma addirittura un coccio di vetro con impressa la scritta “Cosmetic”!

 

A quel punto (erano le 22,30), la chiamata diretta Cucina-stazione della Polizia, è scattata nell’immediato, e una cosa è certa: non si tratta di un “pesce” d’aprile!

 

Claudio Agorni

 

 

 

4 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here