Manifestazione paninari ambulanti Milano, lunedì 21 febbraio ore 9, dal Pirellone a Palazzo Marino

Lunedì 21 febbraio 2011, alle 9.00 del mattino, si terrà sotto il grattacielo Pirelli di Milano il ritrovo per la manifestazione di una particolare categoria di venditori itineranti: i “paninari”. O, per dirla in un termine più tecnicamente corretto, i titolari dei camion dove, a ridosso delle strade cittadine, si possono acquistare  panini e bevande durante l’arco della sera e della notte.

 

La protesta è scaturita a causa dell’inasprimento delle pene previste per chi di loro, pur muniti dei regolare autorizzazione per il commercio itinerante, dovesse violare le disposizioni di legge previste. Tra queste, a titolo esemplificativo:

  • sostare oltre 2 nella stessa postazione;
  • vendere dopo la mezzanotte;
  • vendere in aree pubbliche vietate.

 

Ma c’è di più. Ed è lo stesso Assessore Regionale  della Lombardia al Commercio, Turismo e Servizi, Stefano Maullu, a precisare:

 

“La modifica più rilevante del Testo Unico delle leggi sul commercio riguarda l’introduzione della confisca dell’automezzo e l’estensione della confisca della merce come sanzione per tutte le infrazioni relative al commercio su aree pubbliche. Tale provvedimento sarà esteso anche a coloro che abusivamente estenderanno per più di un terzo la superficie autorizzata e a chi eserciti l’attività per oltre trenta minuti rispetto al termine previsto dall’autorizzazione”.

 

Le promulgazione del nuovo testo, però, non è ancora avvenuta: già licenziata dalla commissione commercio della Regione, la proposta diventerà Legge solo previo passaggio in Consiglio. E proprio approfittando di questo lasso di tempo (l’iter dovrebbe essere concluso entro primavera), i “paninari” si riuniranno per chiedere che il testo non venga approvato.

 

Vorremmo solo essere interpellati”, dice ad esempio Gregorio, 23 anni, con un bimbo di 3 anni da mantenere, “non siamo abusivi, abbiamo la licenza, paghiamo Inps, Inail, la tassa sui rifiuti e tutte le altre imposte previste dalla legge. Ma come faremo a vendere i nostri panini se non potremo sostare per più di due ore nello stesso posto? Ci vuole un’ora per aprire un camion itinerante, e un’ora per chiuderlo, come potremo vendere, in questo modo?”

 

A tal proposito, Lella propone “un piano regolatore che permetta a tutti gli ambulanti di poter svolgere il proprio lavoro con più serenità”, contemplando ad esempio la rotazione delle postazioni durante le feste cittadine. “Di idee ne abbiamo tante” aggiunge Lella e, Antonina, prosegue: “Ad esempio a San Siro ci sarebbe lo spazio necessario per ospitare ulteriori camion ambulanti; basterebbe dividere le spese e pagheremmo di meno lavorando tutti di più”.

 

Per la protesta, i “paninari” hanno raccolto finora 350 firme e lunedì prossimo si snoderanno in un corteo fino a Palazzo Marino.

 

Vogliamo solo essere ascoltati”, ribadiscono, e si augurano: “speriamo che si possa arrivare ad un accordo perché, in fin dei conti, ciò che chiediamo è solo di poter continuare a lavorare”.

 

Leggi anche:

Nuove pene ambulanti abusivi, registrate 3357 sanzioni in un anno


Di Redazione

13 COMMENTI

  1. come già detto dal collega paninaro Gregorio, paghiamo tutte le tasse stabilite spazzatura compresa,ora nn vedo il perchè dobbiamo essre trattati peggio dei Rom.
    in fin dei conti,cosa chiediamo? solo gli stessi diritti che date a loro,con la sola differenza che noi nn vi chiediamo case ne carità,ma solo di farci lavorare,cosa che loro rifiutano.

  2. sono antonina grazie a MANUELA MEUCCI per il suo grandissimo interessamento hai nostri problemi…….. grazi…. grazie…….

    Speriamo che con tutto cio riusciremo ad ottenere qual cosa……..

  3. ciao mi chiamo roberto e faccio parte anchio della categoria dei paninari volevo solo dire che il nostro lavoro e pieno di sacrifici io ad esempio parto da casa alle 10 per poter essere pronto per lavorare alle1130 e lo stesso tempo inpiego per chiudere e assurdo che si puo sostare non piu di 2 ore io guarderei piu in la ad esempio chi e in giro a rubare rapinare o violentare le persone e non a chi chiede solo di lavorare con licenza pagaNDO LE TASSE ETC…

    • NOTO DA PIU COMMENTI CHE SIA ZANNA BLU E VAL1 ED ECCOLO CHE REPLICANO I COMMENTI ALTRUI SPECIALMENTE RIGUARDO AI COMMENTI DI TASSE,REGOLARIZAZIONE, ECC.

      MA CHIEDO MA SIETE PROPIO SICURI DI ESSERE COSI PERFETTI ????????

      SE LO SIETE VERAMENTE C’E DA ORGANIZZARE PER DARVI UN AMBROGINO O PURE FARVI UNA CORONA DORO

      SCAGLI LA PRIMA PIETRA CHI NON A PECCATI!!!!

      COSA NE PENSATE COLLEGHI PANINARI RISPONDETE CON IL CUORE E VERITA E TANTA REALTA.

      • lo so che siamo irregolari e allora??? noi siamo una potenza hahah mi fate ridire anche se siamo irregolari possiamo lavorare nel piazzale ed avere permessi hahahah e voi vi sequestrano tutto ahahah come godo

  4. UN GRAZIE ASSESORE DE CORATO E STAFANO MAULLU CHE CI HANNO ACCOLTO E STANNO CAPENDO LA NOSTRA DIFFICOLTA’ SPERO CHE RIUSCIRE AD AVERE UN PIANO REGOLATORE DOVE CI PERMETTERA’ DI LAVORARE TRANQUILLAMENTE GRAZIE……..

  5. RAGAZZI CONOSCETE UN LIBRO CON IL TITOLO IL FASCISMO O IL DITTATORE SE NON LI CONOSCETE PROVATE A RICHIEDERLI IN QUALCHE LIBRERIA E VEDRETE CHE QUELLO CHE CE SCRITTO ALLINTERNO DI QUESTI LIBRI E RATTRISTANTE. ED SI POSSONO ASSIMILARE A QUEI PERSONAGGI CHE DA ANNI SI OSTINANO A NO FARCI LAVORARE E RIFIUTARCI DI AIUTARCI E MASCHERARSI DIETRO LA NOSTRA DEMOCRAZIA DEL NOSTRO PAESE.
    CHE VERGOGNA SE FO COSI PER IL NOSTRO PAESE CHE CE CHI SOTTO BANCO USA ANCORA LA DITTATURA O IL FASCISMO FACENDO CREDERE CHE SONO DEI DEMOCRATICI INVECE USANO SOLO LE LORO IDEE E NON DI UN INTERO
    PAESE.

    COMUNQUE DEVONO SOLO SAPERE CHE LAVORARE E UNA DIGNITA DI TUTTI E ASPETTA A LORO REGOLARIZARE LE PERSONE CHE VOGLIONO LAVORARE CON DIGNITA IN VECE DI CREARE SOLO DIVIETI E DISOCUPAZIONE COME CONTINUANO A FARE DA CIRCA 15 ANNI QUESTI SIGNORI IN VECE DI RISOLVERE IL PROBLEMA LO AUMENTANO CON SEMPLICITA DICENDO DIVIETO DI LAVORARE OVUMQUE ED PER LORO E TUTTO RISOLTO E QUESTI LI CHIAMATE PERSONE DEMOCRATICHE COME A DETTO BOSSI FORA DEI BAL
    NO AI PROFUGHI MA A LORO CHE USANO LA DITTATURA.

  6. io mi alzo alle 6 del mattino x venire a milano x fare alla fine 3 ore di lavoro magari anche guadagnando poco,colleghi paninari dobbiamo fare la lotta,mettiamoci tutti in fila sulle tangenziali ha 70 km di velocità(visto che hanno fatto pure stà cagata di legge) x una settimana poi vediamo tutti quelli che arriveranno tardi al lavoro visto che noi non l’abbiamo più

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here