Danni manifestazione centri sociali Milano, 20mila euro il bilancio

Dopo le occupazioni della scorsa settimana e la manifestazione dei centri sociali, avvenuta sabato 19 febbraio e conclusasi con lo stanziamento abusivo degli antagonisti all’interno della piscina comunale di via Botta, come sempre, è tempo di fare il bilancio dei danni subiti dalla città, questa volta pari a oltre 20mila euro causati da scritte e imbrattamenti vari dell’edilizia cittadina.

 

“Lo sciame di occupazioni di stabili pubblici e privati da parte dei centri sociali va a braccetto con l’inveterata abitudine di produrre sciami di imbrattamenti – ha commentato il vicesindaco e Assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato.

 

“In occasione del corteo di sabato scorso, diretto a San Vittore, la Polizia Locale ha rilevato una ventina di scritte sui muri – ha aggiunto il vicesindaco – alcune delle quali programmatiche sulla filosofia no global, mai censurata dal centrosinistra (‘Abbiamo scelto la metropoli per distruggerla’, ‘10, 100, 1000 occupazioni’).

 

“I danni sono per oltre 20 mila euro – specifica De Corato. – Naturalmente non sono mancate le ingiurie contro il sottoscritto (‘De Corato servo dei padroni’, apparsa in via Montevideo), e la pratica è continuata presso la piscina comunale  Caimi di via Botta, dove vengo informato che non mi butteranno più dal tetto ma in piscina (‘De Corato siam sempre più vicini. Sei pronto a tuffarti?’).

 

“Visto che si tratta di recidivi (in via Giannone è rimasto appeso a  lungo uno striscione che invitava il sottoscritto a rifugiarsi sui tetti) – ricorda il vicesindaco – e visto che è stato violato il codice penale ben due volte (articolo 639 per imbrattamento, articolo 633 per occupazione abusiva) mi domando quando scatteranno i primi rinvii a giudizio, poiché le ultime occupazioni hanno determinato una cinquantina di denunce. Ma non vorrei che tutto si impantanasse lungo la via giudiziaria e qualche cavillo determinasse poi il non luogo a procedere”.

 

Contro chi utilizza l’arma del ricatto per garantirsi l’impunità – conclude il vicesindaco De Corato – non ci debbono essere condiscendenze. Questura e Prefettura proseguano a sgombrare gli occupanti, e la Procura chiuda al più presto il fascicolo istruttorio mandando a processo gli abusivi”.

 

Leggi anche:

Occupazione piscina comunale via Botta, è la terza in una settimana; De Corato: “Il vero obiettivo degli antagonisti è alzare l’asticella della tensione”

Sgombero stabile via Brunetti, De Corato: I giudici puniscano i recidivi

Sgombero stabile occupato via Brunetti, antagonisti sul tetto

Corteo centri sociali Milano per sgombero Stamperia via Giannone, fermati i 50 antagonisti diretti in Questura

Foto manifestazione studenti e Fiom Milano Cairoli e P.ta Venezia

Foto manifestazione studenti Milano, lancio uova, sassi, petardi, scritte spray e cestini incendiati

Foto manifestazione Milano 17 novembre 2010 No Gelmini Day

Danni manifestazione No Gelmini day, 150 mila euro tra muri imbrattati, vetrate distrutte e altro

di Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here