Nuova illuminazione pinacoteca Brera Milano

Il nuovo impianto di illuminazione interessa gran parte della Pinacoteca: dalle Sale XIX e XX fino alla Sala XXXVIII, a cui si aggiunge la Cappella Mocchirolo. Un intervento che il Comune ha sostenuto stanziando un finanziamento di 250mila euro, a cui se ne sono aggiunti altri 30mila per la realizzazione della nuova guida di Brera.

 

 

LA NUOVA ILLUMINAZIONE –

  • Si tratta di un sistema di proiettori con lampadine alogene dicroiche: attualmente è la sorgente luminosa con il più alto indice di resa cromatica, ed è aggiunto all’illuminazione preesistente (tubi fluorescenti), migliorando quindi la percezione della qualità cromatica dei dipinti contribuendo e, allo stesso tempo, aumentando il livello complessivo d’illuminazione.
  • Si è passati, infatti, da 40/50 lux registrati prima dell’intervento a 150/200 lux in conformità alle prescrizioni esistenti per l’illuminazione dei musei.
  • Inoltre, la luce diretta dei nuovi fari aggiunge micro ombre sui rilievi delle pennellate dei dipinti a olio, mettendo in risalto una tridimensionalità e una profondità difficile da cogliere con la precedente illuminazione.

 

IL COMMENTO DEL SINDACO LETIZIA MORATTI – “Oggi facciamo un altro passo avanti per valorizzare uno dei simboli della Milano dell’arte e della cultura. L’inaugurazione del nuovo sistema di illuminazione delle sale espositive della Pinacoteca permette di dare nuovo splendore alle opere che vi sono conservate e di inaugurare quegli interventi di grande respiro che faranno di Brera uno dei massimi poli culturali europei”. “Interventi come questo nascono dalla volontà dell’Amministrazione di valorizzare realtà culturali straordinarie come quella di Brera. Un impegno già evidenziato dal protocollo, Patto per Milano, sottoscritto nel 2008 con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il Ministero della Difesa per la ‘Conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale cittadino’. Un accordo che vede uniti Comune e Governo nel recupero e nella valorizzazione di prestigiose sedi culturali, nella promozione dell’immagine artistica di Milano nel mondo e nell’impulso alla ricerca scientifica sul patrimonio milanese con il contributo delle migliori energie pubbliche e private. Un impegno che abbiamo ribadito con il protocollo, siglato nel luglio scorso, che dà il via alla realizzazione del progetto Grande Brera che coinvolge Accademia e Pinacoteca e altre sedi museali per la creazione di un vero proprio polo internazionale dell’arte”.

 

Leggi anche:

Trasferimento Accademia Brera, firmato accordo atteso dal 1976 ma non c’è spazio per la voce degli studenti

Trasferimento Accademia Brera, gli studenti rispondono tramite la Rappresentante del Corpo Studentesco Silvia De Rosa

Trasferimento dell’Accademia di Belle Arti di Brera: dall’attuale palazzo storico, alla caserma di Via Mascheroni. La polemica non si placa

Brera diventa pedonale, iniziati i lavori


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here