Rapina benzinaio con pistola elettrica Milano, via Elba

E’ successo alle 19,00 circa di venerdì 4 marzo in via Elba, zona piazza Piemonte.

 

IL LUOGO DELLA RAPINA – Qui Luigi M., 66 anni, è stato rapinato presso la sua pompa di benzina Tamoil.

 

 

LA DINAMICA DELL’AGGRESSIONE – Secondo quanto ricostruito il malvivente avrebbe aggredito la vittima quando stava per rincasare: ha avvicinato il benzinaio mentre questi era nel gabbiotto dell’impianto, con arma in pugno e passamontagna a coprire il volto.

 

LA REAZIONE DEL BENZINAIO – Inizialmente il 66enne avrebbe tentato di reagire, motivo per cui l’aggressore gli avrebbe sparato addosso ben due scariche elettriche.

 

IL FURTO DELL’INCASSO – Dopo che l’uomo sarebbe crollato a terra privo di sensi, il rapinatore si sarebbe quindi diretto, a passo sicuro, presso la vettura del benzinaio. Una volta entrato, sempre senza esitazioni, avrebbe prelevato una valigetta contente l’incasso della giornata, 4mila euro, dandosi poi alla fuga.

 

LA TEORIA DELLA POLIZIA – Solo una volta riacquisiti i sensi il benzinaio ha allertato la Polizia che, secondo una prima ipotesi, riterrebbe che il rapinatore abbia studiato a lungo le abitudini della vittima prima di mettere a segno il colpo. Sono in atto le indagini.

 

Leggi anche:

Aumento prezzo benzina e gasolio, come ridurre i consumi del carburante

Rapina benzinaio con balestra, A1, presso San Zenone al Lambro; autori sono 3 giovanissimi

Rapina distributore di benzina via Rubicone, ma i malviventi erano disarmati

Rapina distributore benzina via Seregno

Colonnina distributore rubata Pero

Via Chiesa Rossa, tentano di sradicare la cassa automatica di un distributore di benzina

Carburante aspirato da tir parcheggiato San Giuliano, 4 rumeni hanno attaccato un tubo e “ciucciato” 200 litri di gasolio


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here