Rapina latteria salumeria via Mac Mahon Milano, ferito Giovanni Ravarotto

E’ successo venerdì nel tardo pomeriggio di venerdì 4 marzo in via Mac Mahon 79.

 

LA SALUMERIA – Secondo quanto ricostruito un uomo avrebbe fatto irruzione nella salumeria-latteria della zona, condotto da oltre 20 anni dal 56enne Giovanni Ravarotto e dalla moglie.

 

LA RAPINA

  • A fine giornata, una volta che la moglie era già uscita dal negozio, improvvisamente sarebbe entrato un uomo, con volto coperto.
  • Il rapinatore avrebbe quindi minacciato la vittima con una pistola per farsi consegnare l’incasso della giornata e, al tentativo di difesa di Ravarotto, l’aggressore gli avrebbe sparato ferendolo alla coscia destra e facendolo crollare al suolo.
  • Al termine della rapina il malvivente si è dato alla fuga mentre l’uomo, con la forza della disperazione, è riuscito a chiamare aiuto.

 

IL RICOVERO IN OSPEDALE

  • Sopraggiunti i volontari del 118, il 56enne è stato ricoverato d’urgenza in ospedale dove è stato operato d’urgenza.
  • Fortunatamente, secondo quanto riscontrato, Ravarotto non rischierebbe la vita:  entrato all’altezza dell’attaccatura della coscia destra, il proiettile sarebbe poi uscito dal gluteo senza ledere organi vitali. La prognosi è comunque di un mese.

 

IL COMMENTO DEL PRESIDENTE DI CONFCOMMERCIO CARLO SANGALLI

  • “Il ferimento del nostro commerciante Giovanni Ravanotto, che per un caso non ha avuto conseguenze letali, è un campanello di allarme che non va sottovalutato – ha detto Carlo Sangalli, presidente di Unione Confcommercio Milano.
  • “Nell’ultimo biennio i reati sono effettivamente in deciso calo, tuttavia riteniamo non si debba abbassare la guardia poiché – ha aggiunto Sangalli,  l’aggressione di via Mac Mahon è gravissima”.
  • Il presidente di Confcommercio, ieri fuori Milano, ha parlato telefonicamente con Ravarotti testimoniandogli la sua solidarietà e confermandogli l’assistenza della Confcommercio milanese: “Nonostante la brutta avventura e le sofferenze patite – ha riferito Sangalli – Ravanotto ha il morale alto e spera di tornare presto al lavoro e alla normalità”.

 

IL COMMENTO DEL RESPONSABILE PER LE POLITICHE DELLA SICUREZZA  DI CONFCOMMERCIO LUCA SQUERI

  • “Quello che colpisce nella rapina di via Mac Mahon – sottolinea Luca Squeri, responsabile per le politiche della sicurezza di Confcommercio, che ieri mattina si è recato personalmente in visita al negoziante ferito – è innanzitutto l’obiettivo: una latteria-salumeria non è certo il tipico esercizio ‘bancomat’ preferito dai delinquenti. Ma anche il gesto violento del rapinatore”.
  • “I commercianti – conclude Sangalli – svolgono un insostituibile ruolo di presidio sociale del territorio e rendono i quartieri più vivi e più umani. Una funzione preziosa che va sostenuta, difesa e valorizzata”.

 

Leggi anche:

Rapina via Ripamonti Milano, spari contro titolare negozio telefonia

Tentata rapina gioielleria via Mac Mahon, colpo fallisce, ladri rubano auto a un 80enne e vengono arrestati da un poliziotto fuori servizio

Sparatoria via Leoncavallo angolo piazza Durante, in moto sparano contro due negozi al civico 6

Rapina negozio scarpe via Antonini, ladri perdono 3 banconote da 50 euro nella fuga

Rapina hotel via Nicotera, rubano cassaforte e scappano


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here