Sequestro alimenti mercato via Isernia, sterco di topo e 902 chili di cibo scaduto

Duplice operazione del Nucleo Annonaria della polizia locale al mercato settimanale coperto di via Isernia.

 

IL PRIMO SEQUESTRO – Secondo il progetto Mangia Sicuro, gli agenti della Polizia Locale, sezione Annonaria, hanno effettuato i controlli insieme ad Asl, sequestrando 650 chilogrammi di alimenti scaduti, alcuni dal 2007, in un locale adibito a deposito per vendita all’ingrosso. Tra il cibo sequestrato:

  • farina,
  • olive in scatola,
  • aromi in polvere e liquidi,
  • margarina,
  • patate in scatola,
  • crema per pasticceria

 

LE CONDIZIONI IGIENICHE – Il deposito è stato trovato in pessime condizioni igieniche, con:

  • scaffali arrugginiti,
  • muffa sulle pareti,
  • pavimenti luridi.

 

LA MULTA AL TITOLARE CINESE – Il titolare, un cinese di 41 anni, è stato multato di 3.000 euro per cattiva conservazione degli alimenti e sporcizia diffusa.

 

IL SECONDO SEQUESTRO – I vigili hanno poi sequestrato in un laboratorio di pasticceria araba che vendeva all’ingrosso, 252 chilogrammi di prodotti per la produzione di dolciumi (margarina, arachidi, pasta sfoglia), in cattivo stato di conservazione:

  • surgelati ormai scongelati;
  • all’aria aperta invece che in frigorifero;
  • all’interno di contenitori che presentavano rosicchiatura di topi e tracce di sterco.

 

LA MULTA AL TITOLARE EGIZIANO – Il proprietario, un egiziano di 52 anni, con precedenti specifici, è stato denunciato per cattiva conservazione degli alimenti. L’uomo è stato inoltre sanzionato per 3 mila euro.

 

IL COMMENTO DEL VICESINDACO DE CORATO – “Constatiamo purtroppo che gli stranieri continuano a non rispettare gli standard igienico-sanitari. Solo la settimana scorsa un ristorante cinese in Corso Lodi era stato temporaneamente chiuso a seguito delle ispezioni di vigili e Asl, per cibo avariato e sporcizia diffusa. Ora appuriamo che perseverano nel delinquenziale comportamento di servire alimenti pericolosi per la salute dei cittadini, visto che gli agenti hanno trovato alimenti conservati addirittura all’addiaccio, con topi che se ne sono cibati”.

 

I CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE – “L’operazione – sottolinea De Corato – dimostra che grazie ai costanti controlli garantiti dall’indiscussa professionalità della Polizia Locale, Milano è una delle città più tutelate per la sicurezza alimentare.

  • Nel 2010 gli agenti dell’Annonaria hanno effettuato ben 633 sopralluoghi in attività commerciali (ristoranti, laboratori, minimarket).
  • Inoltre, sono state condotte anche centinaia di ispezioni congiunte con Asl;
  • Il totale degli interventi ha determinato il sequestro di circa 1 tonnellata di cibo, 1.146 violazioni a leggi e regolamenti, 16 sequestri penali e 52 denunce all’autorità giudiziaria”.

 

Leggi anche:

Chiuso ristorante cinese corso Lodi Milano, sequestrati 30 chili di cibo avariato; il titolare era già stato sanzionato nel 2009 per il medesimo reato

Sushi bar con anatre sgozzate e piumaggio sporco di fango e feci in via Calusca, zona Ticinese. Il titolare è un cinese

Polizia negozio alimentari etnici via Settembrini Milano, sequestrati 400 prodotti con scritte arabe non tradotte

Sequestro alimenti scaduti bar pasticceria, 50 chili di cibo tra sporcizia e sacchi della spazzatura

Chiuso ristorante etnico via Barrili, invito a cena con la blatta

Sequestrato Roxy bar via Pomposa zona Corvetto, cibo scaduto conservato tra scarafaggi e liquami, e posti letto nello scantinato

Sequestro ristorante egiziano via Cenisio, alimenti conservati tra scarafaggi e liquami vari

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here