Disabile intrappolato con zia morta, Monza, intervento servizi sociali

E’ accaduto a Monza.

 

Un uomo disabile di 49 anni è stato trovato accanto al corpo esanime della zia che da sempre lo accudiva.

 

Il 49enne, secondo quanto ricostruito, date le proprie condizioni non sarebbe riuscito a dare l’allarme del venir meno della parente, rimanendo quindi intrappolato in questa terribile situazione.

 

Il soccorso è stato dato dal centro che l’uomo frequenta in via Silva: poiché non si era presentato come sempre il personale, insospettito dalla sua assenza, ha provato a telefonare a casa, senza ottenere risposta.

 

Da qui l’intervento dei servizi sociali del Comune di Monza e dei Vigili del Fuoco, sul posto per aprire la porta dell’abitazione.

 

Una volta entrati nell’appartamento casa hanno trovato il cadavere della donna e l’uomo in condizioni precarie, dato che e’ rimasto diverso tempo senza l’assistenza della zia.

 

Il 49enne e’ stato ricoverato all’ospedale San Gerardo per le prime cure, e i servizi sociali stanno attualmente lavorando per trovargli un’idonea sistemazione.

 

L’intervento del personale dei servizi sociali e’ stato prezioso per l’uomo che versa in gravi condizioni di salute e di disabilita’.

 

“Il personale – spiega Pierfranco Maffe’, assessore alle Politiche sociali di Monza – e’ andato oltre al semplice lavoro di routine e ha dato prova di svolgere la professione con passione e con il cuore insospettendosi della semplice assenza di uno degli ospiti”.

 

Leggi anche:

Cadavere della madre in casa da un mese via Castelbarco, zona viale Toscana


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here