Sequestro droga dello stupro Milano, pronte mille dosi: una goccia tramortisce per 2 o 3 ore, è inodore e insapore

Sequestrato per la prima volta a Milano un ingente quantitativo della “droga dello stupro”

 

I militari del gruppo Pronto impiego della Guardia di finanza (baschi verdi) hanno sequestrato nei giorni scorsi un flacone da 500 ml, pari a circa mille dosi, contenente Gbl (Gamma butirro Lattone), la cosiddetta droga dello stupro o ecstasy liquida.

 

L’operazione si è svolta il 24 marzo durante un pattugliamento notturno eseguito nella zona del Castello Sforzesco, dove i militari hanno intimato l'”alt” ad un’auto ritenuta sospetta.

 

Il conducente, però, ha proseguito la corsa, dando inizio ad un pericoloso inseguimento lungo le vie cittadine del centro.

 

Raggiunto e bloccato il veicolo, i finanzieri hanno perquisito l’auto rinvenendo, ben nascosto, il flacone da 500 ml di gbl.

 

Il nome di “Droga dello stupro” deriva dalla facilità con cui può essere somministrata senza che la vittima se ne accorga.

 

I malviventi solitamente la diluiscono nelle bevande sfruttando il fatto che è sufficiente anche una sola goccia (insapore ed inodore) per poi approfittare del momentaneo indebolimento e perdita dei freni inibitori della vittima presa di mira.

 

A differenza dell’ecstasy che causa eccitazione, infatti, il gbl “addormenta” il sistema nervoso con disturbi sulla memoria e sull’orientamento: ha infatti la triste fama di essere utilizzato spesso nei date rapes, cioè appuntamenti con stupro, per la compromissione della memoria che genera durante e dopo il suo effetto, che inizia dopo circa un quarto d’ora dalla somministrazione e, a seconda del dosaggio, dura per 2/3 ore.

 

Tale sostanza fa parte delle “club drugs”, droghe accomunate dal prevalente consumo in luoghi frequentati dai giovani.

 

Gli effetti possono essere devastanti:

–  aritmie cardiache,

–  degenerazioni del cervello,

–  danni al fegato ed ai reni,

–  sonno improvviso,

–  perdita di memoria,

–  a volte la morte.

 

Leggi anche:

Spaccio shaboo Milano, la droga che arriva dalle Filippine; ecco perché è pericolosissima

Avvocato morto overdose viale Bianca Maria Milano, morta anche fidanzata; lunedì era morto per eroina un altro giovane in via De Sanctis

Smart drugs e smart shop, allarme a Milano e in Italia

Spacciatori minorenni davanti scuola, due studenti di 15 e 17 anni del liceo di Lambrate e di un istituto turistico rifornivano i coetanei

Effetti cannabis, consumo favorisce l’insorgenza precoce della schizofrenia

Droga e alcool per tutti in piazza Castello, 1 maggio 2010 “Siamo tutti responsabili: l’indifferenza è un crimine”

Capire sintomi di chi si droga, progetto prevenzione per genitori con figli da 8 – 18 anni

Elogio dello spinello: farsi una canna fa davvero così male? Sentiamo le risposte dei medici

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here