Consigli ad anziani per evitare truffe e operazione Occhio alle Truffe per dipendenti di Banca Unicredit: comprendere quando è in atto un raggiro

Il fenomeno delle truffe è una piaga sempre più diffusa che, purtroppo, colpisce in particolar modo le fasce più deboli della popolazione

 

NEL 2010 DENUNCIATE 600 TRUFFE A DANNI AD ANZIANI, QUASI 2 AL GIORNO – Sono state 1.361 le denunce per truffa sporte nel 2010 in provincia di Milano. Di queste, secondo quanto comunicato dalla Questura, 600 sono state quelle realizzate (tra consumate e tentate) ai danni di anziani nel solo Comune della capitale lombarda.

 

IL PROGETTO OCCHIO ALLE TRUFFE – Proprio per questo motivo UniCredit e la Procura della Repubblica hanno avviato a Milano il progetto “Occhio alle truffe”, un ciclo di incontri di formazione in favore dei dipendenti della banca e degli addetti allo sportello, primi interlocutori cui si rivolgono gli anziani e che, con sensibilità e professionalità, devono non saper consigliare e guidare le persone di età, ma devono anche accorgersi di comportamenti anomali come prelievi inusuali e, quindi, sintomi di eventuali truffe in atto.

 

LE TECNICHE DI RAGGIRO PIU’ DIFFUSE – Sono infatti molteplici le tecniche usate dai malviventi per truffare le fasce più deboli della popolazione, soprattutto fingendosi conoscenti di amici o parenti, impiegati comunali, rappresentanti di ditte oppure di Istituzioni, quali ad esempio Polizia o Carabinieri.

 

CONSIGLI UTILI PER PREVENIRE LA TRUFFA

Cose da sapere:

  1. La banca non manda mai nessun suo dipendente a casa dei clienti per effettuare pagamenti o per sostituire banconote false;
  2. La banca non ferma mai nessuno per strada per proporre investimenti o  controllare soldi e libretti;
  3. Aprite sempre con attenzione a chi bussa alla porta della vostra casa o suona al vostro citofono. Verificate sempre le generalità e nel dubbio non aprite e non fate entrare;
  4. Se a bussare è una persona in uniforme, chiedete sempre il tesserino di riconoscimento e nel dubbio non aprite, non fate entrare e chiedete conferma al 112 (Carabinieri) 0 113 (Polizia).

 

Cose da fare:

  1. Se possibile modificate saltuariamente il tragitto che si effettua per andare in banca;
  2. Se possibile quando dovete depositare o prelevare denaro in banca fatevi accompagnare
  3. Non fatevi distrarre da sconosciuti mentre andate in banca o dopo esservi stati;
  4. Fate attenzione e verificate se qualcuno vi osserva quando prelevate soldi con il bancomat;
  5. Chiedete sempre conferma ai vostri parenti quando qualcuno dice di contattarvi per conto loro;
  6. Chiedete sempre un aiuto al cassiere o al direttore della banca o contattate immediatamente le forze dell’ordine al minimo sospetto di raggiro o di tentativo di truffa: agenti e direttori avranno massima cortesia e attenzione a verificare immediatamente il sospetto.

 

Leggi anche:

Anziani truffati Milano piazza Amendola e via Fanfulla da Lodi, MAI aprire la porta a sconosciuti, convinciamo genitori e parenti d’età

Truffa anziane, derubate in un’ora due anziane di 86 e 90 anni da una trentenne senza pietà

Truffa anziana via Fulvio Testi, si è finto un ex vicino di casa e le ha rubato tutti i gioielli

Truffa agli anziani, si finge la figlia di un signore di 85 anni e ruba 9mila euro

Truffa anziana via Guicciardi, si finge un dipendente comunale e ruba 3000 euro in una busta

Anziana truffata finti poliziotti via Pianell, 81enne derubata con scusa di una perquisizione domiciliare

Anziani derubati da finti carabinieri, finti medici e finti addetti alla raccolta differenziata

Nuova truffa ai danni di 2 anziani: 5.700 euro rubati da un finto impiegato comunale


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here