Arresto ladro seriale automobili Corsico uffici Vodafone, inseguimento via Caboto e arresto in via Bisceglie

Dopo aver trafugato da un’autovettura posteggiata nel controviale della nuova Vigevanese, vicino agli uffici Vodafone, due borsoni con macchine fotografiche e apparecchiature elettroniche, ha tentato la fuga a bordo della sua Fiat 500, percorrendo in retromarcia via Caboto e rischiando poi un frontale con un bus dell’Atm. Arrivato a Milano, in via Bisceglie, è stato fermato e arrestato. V.U., 37 anni è stato poi trasferito nel carcere di San Vittore e sarà processato per direttissima.

 

GLI AGENTI DELLA POLIZIA LOCALE DI COSICO – L’operazione è stata condotta dal nucleo di Polizia amministrativa e di prossimità del comando della Polizia locale di Corsico, che da tempo stava sorvegliando la zona, in seguito alla segnalazione di una serie di furti verificatisi nell’ultimo periodo.

 

BECCATO IN FLAGRANTE A DEPREDARE UNA LUSSUOSA BMW

  • Verso le 9.30 di ieri mattina V.U., insieme a un complice, ha aspettato che il proprietario di una Bmw serie limitata a due posti lasciasse la sua autovettura per recarsi negli uffici Vodafone di via Caboto.
  • Dopodiché ha rotto il deflettore posteriore riuscendo così ad aprire il baule, all’interno del quale vi erano due borse con ticket per circa 200 euro, due macchine fotografiche digitali, un rasoio nuovo e altre apparecchiature elettroniche. Oltre a una cassetta di vini pregiati.
  • Insieme al complice, il ladro ha poi cercato di trasportare il tutto sulla sua 500, ma gli agenti della Polizia locale si sono accorti della cosa e sono intervenuti.

 

L’INSEGUIMENTO E LA COLLUTAZIONE CON GLI AGENTI

  • Il complice è quindi fuggito a piedi, mentre V.U. è scappato a bordo della sua auto, prima in retromarcia fino a via Leonardo da Vinci e poi verso Milano, inseguito dalla pattuglia del nucleo di Polizia di prossimità.
  • In via Bisceglie, però, c’era ad attenderlo un’auto della Polizia locale milanese e per lui non c’è stato scampo.
  • Ha cercato di scappare, prendendo a calci e pugni gli agenti che lo hanno immobilizzato e arrestato. Sulla sua autovettura c’era una parte della refurtiva, mentre il resto si trovava ancora vicino alla Bmw.

 

L’ARRESTO

  • L’uomo è stato trasportato al comando per l’identificazione e per la convalida dell’arresto.
  • Trattenuto nella cella di sicurezza di Corsico, si è poi proceduto al suo trasferimento al carcere San Vittore di Milano.
  • Domani si svolgerà l’udienza per direttissima.

 

SULLE TRACCE DEL COMPLICE – Il nucleo investigativo di Corsico è sulle tracce anche del complice, identificato poiché, mentre di procedeva al fermo e all’arresto di V.U., è stato riconosciuto con un’altra persona a bordo di uno scooter.

 

IL COMMENTO DELL’ASSESSORE ALLA POLIZIA LOCALE DI CORSICO – “L’operazione di polizia condotta oggi – sottolinea l’assessore alla Polizia locale di Corsico Livio Colombo – dimostra che grazie alle segnalazioni dei cittadini, che hanno sempre più fiducia negli agenti di prossimità, si possono raggiungere importanti risultati”.

 

Leggi anche:

Rapina garage via Tadino, rubate Jaguar, Mercedes 500, Audi A5 e Audi TT; i malviventi erano armati di pistola

Rapinata concessionaria via Ponti, rubate Porsche e Bmw

Furto e ricettazione auto Milano, in via Fabio Massimo e via Cafiero le basi dell’organizzazione sgominata

Furto auto via Villa Mirabello Milano, arrestati romeni


di Redazione

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here