Donata minipala compatta a Croce Rossa Italiana e Comitato Regionale della Lombardia, mezzo di ultima generazione offerto da New Holland Construction

L’emozione è quasi palpabile. La possibilità data di rimettere in proporzione tra loro i valori ideali e le proposte materiali spinge a pensare il ruolo della Croce Rossa per quello che è, senza troppi sofismi da manuale.

 

Per l’occasione, poter visitare la sede della Sala Operativa Nazionale della Croce Rossa Italiana di Legnano è lo stimolo necessario a riconsiderare le funzionalità e le direttive attraverso cui l’ente opera.

 

Intanto, è giusto sottolineare la totale disponibilità degli operatori. Il controllo è in tempo reale, ventiquattro ore su ventiquattro. Ogni giorno un’aliquota di persone, sia a livello regionale che nazionale, è pronta a partire, a seconda della necessità e delle specializzazioni: mediatori culturali, interpreti, assistenti sociali, solo alcune delle categorie in prima linea in questi tempi tormentati. Attivi in situazioni come quelle di Lampedusa o Mineo, la Croce Rossa è sempre pronta a intervenire in frangenti di assistenza e primo soccorso. Dall’Iraq alla Tunisia, passando per la Georgia e lo Sri Lanka, il loro aiuto è assicurato.


Non diversamente in Abruzzo, dove per nove mesi da questa sede sono stati gestiti 2.000 volontari. A fronte di un nucleo centrale composto da 12 persone, sono ben 40 gli emergency manager disponibili, dei quali presenti almeno 2 in condizioni normali, e 6 in emergenza.

 

Da qui vengono coordinati anche le operazioni di logistica, in funzione dell’assegnazione dei mezzi di movimentazione terra o pesanti, gli interventi tecnici di tipo idraulico ed elettrico oppure ancora relativi alla potabilità dell’acqua. Tutti provvedimenti necessari a garantire la sicurezza dei volontari e il miglior ambiente di lavoro possibile.

 

Anche per questo motivo presso la sede di Legnano – parte di una rete composta da 1300 sedi, inferiore forse solo alla rete dell’Arma dei Carabinieri – è stata ufficialmente donata una minipala compatta L180.B New Holland Construction alla Croce Rossa Italiana – Comitato Regionale della Lombardia.

 

Il Commissario della Croce Rossa – Comitato Regionale della Lombardia – Maurizio Gussoni ha voluto sottolineare l’utilità del contributo in seno alle necessità dei migliaia di volontari (solo in Lombardia si parla di 23.000 persone) e la duttilità del mezzo, da utilizzare non solo in ambiti emergenziali ma anche di fronte a normali problematiche operative. Concetto ribadito da Roberto Antonini, Responsabile Nazionale della Protezione Civile Cri, in presenza di Francesco Tesio e Giampiero Biglia di New Holland, azienda del Gruppo Fiat responsabile della donazione e lieta di poter contribuire alle attività umanitarie della Croce Rossa.

 

Previa benedizione del mezzo da parte del Cappellano Militare della Cri, è tempo per L180.B di mostrare le sue doti: versatile e compatta, lo Skid Steer Loader può muoversi in spazi ristretti con un’estrema capacità di manovra, stabilità e sicurezza. Non meno importante, New Holland ha garantito eventuali interventi di manutenzione a venire.

 

Nella speranza di poter affrontare tempi più semplici e meno martoriati, la donazione diventa il simbolo di un’italianità diversa, all’insegna della solidarietà, dell’assistenza e della pace auspicata.


Daniele Ferriero

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here