Sequestro ristorante cinese viale Monza Milano, trovati 100 chili tra carne, verdure e cozze scadute a giugno 2010

La Polizia Locale, insieme ad Asl, ha sequestrato 100 kg di alimenti in un ristorante di viale Monza, gestito da cinesi.

 

 

 

 

Tra gli alimenti sequestrati, gli agenti hanno trovato:

  • carne,
  • verdure,
  • pesce,
  • cozze sgusciate congelate scadute a giugno 2010.

 

La titolare, una cinese di 28 anni, è stata:

  • denunciata per cattiva conservazione degli alimenti;
  • multata per 2 mila euro per diverse violazioni, tra le quali le pessime condizioni igieniche.

 

Secondo quanto comunicato, si tratta della quinta operazione condotta all’interno di ristoranti cinesi nell’ultimo mese e mezzo, per il sequestro complessivo di oltre 1 tonnellata di alimenti scaduti e avariati.

 

Sempre nel medesimo arco temporale sono stati 182 i controlli eseguiti dalla Polizia Locale negli esercizi cinesi, accertando 325 violazioni sanitarie e amministrative che hanno comportato 9 denunce.

 

Nei primi 3 mesi del 2011, invece, sono stati 2.795 i controlli in pubblici esercizi e esercizi commerciali che hanno portato ad accertare 476 violazioni, di cui 144 di tipo sanitario.

 

Leggi anche:

Sequestro negozio alimentari via Farini Milano, scarafaggi dentro sacchi di riso e 50 chili di alimenti sequestrati e distrutti

Chiusa macelleria cinese via Paolo Sarpi, il titolare ha fatto cadere per strada un trancio di carne durante un trasporto e l’ha rimesso sul furgone

Ristoranti a Milano: menu con vermi, ma i clienti non lo sanno e continuano a mangiare

Chiuso ristorante cinese corso Lodi Milano, sequestrati 30 chili di cibo avariato; il titolare era già stato sanzionato nel 2009 per il medesimo reato

Compra un pesce ma è “ripieno” di vetro e di una fototessera

 

Di Redazione

1 COMMENTO

  1. Trovo assolutamente ridicole le multe comminate a certi individui che giocano con la salute di tutti. PARE che avvelenare o provocare epatiti di vario genere se la si possa cavare solo con 2000 euro,probabilmente l incasso di una giornata. Quando poi per curare una sola persona il s.s.n. ha dei costi sicuramente maggiori. E la sofferenza delle persone?……..Beh di quella non ne tiene conto nessuno,solo il diretto interessato e i suoi cari.Credo che la differenza tra cibo scadente e alimenti scaduti da anni,sia notevole.Detenere cibi avariati, mal conservati scaduti o con date di scadenza pazzescamente taroccate a scopo commerciale o per ristorazione, sia da codice penale per tentato omicidio o avvelenamento; le sanzioni pecuniarie poi dovrebbero decuplicate. Una cena o un pranzo poco prezzo,è una questione di possibilità economica!! sicuramente si rischia di cibarsi in modo scadente,ma non di rischiare facilmente un’intossicazione o un avvelenamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here