Ragazzo morto Leoncavallo Milano, arrestato spacciatore che gli vendette la droga

La tragedia risale al novembre 2010, quando il 17enne Francesco Botti andò con alcuni amici al Leoncavallo per trascorrere la notte di Halloween.

 

La nottata si trasformò però in un incubo quando il giovane iniziò a sentirsi male.

 

Trasportato all’ospedale di Niguarda, emerse che il ragazzo aveva assunto un micidiale cocktail di stupefacenti e alcool. E dopo pochi giorni, purtroppo, il ragazzo morì a causa del cedimento del proprio organismo per una epatite fulminante causata proprio dall’assunzione dello stupefacente.

 

A sei mesi dal tragico decesso del 17enne, la sezione Omicidi della Squadra mobile della Polizia di Stato ha identificato e arrestato lo spacciatore che vendette la sostanza letale al ragazzo: si tratta di Marco C., 30 anni, diversi precedenti a suo carico.

 

Lo spacciatore è stato bloccato nel suo appartamento di via Parea, e per lui sono scattate le manette.

 

Sempre al Leoncavallo la tragedia ha rischiato di riproporsi circa un mese fa in occasione della Festa della Semina con “cena antiproibizionista”, durante la quale 4 ragazzi vennero ricoverati per l’assunzione di un cocktail di alcol, cannabis e sostanze stupefacenti.

 

Anche in questo caso le Autorità stanno conducendo le indagini necessarie.

 

Per approfondire i risultati della ricerca medico-scientifica sulle conseguenze derivate dall’assunzione della cannabis, CLICCA QUI

 

Per ulteriori informazioni su:

 

 

Leggi anche:

Effetti droga sul cervello, risultati studio dell’Università di Cambridge

Ricovero 4 ragazzi Leoncavallo per cocktail di cannabis alla Festa della Semina, ad Halloween sempre al Leoncavallo era morto per droga un 17enne

Arresto spacciatore via Ponte Nuovo, studenti sotto 16 anni erano i suoi clienti abituali

Droga e alcool per tutti in piazza Castello, 1 maggio 2010 “Siamo tutti responsabili: l’indifferenza è un crimine”

Capire sintomi di chi si droga, progetto prevenzione per genitori con figli da 8 – 18 anni


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here