Truffa dell’urto dell’auto e della strisciata Milano piazza Maggi, un lettore racconta che un’auto l’ha urtato e il conducente ha chiesto 150 euro di danno in contati per evitare di coinvolgere l’assicurazione: era una truffa

Di seguito l’esperienza di un lettore che ha contattato la nostra Redazione segnalando una truffa subita in piazza Maggi, ad opera di due malviventi che urtano le auto delle vittime eseguendo una strisciata sulla carrozzeria. Subito dopo uno dei due malviventi, accostate le vetture, propone un risarcimento in contanti con modo molto gentili e accomodanti, al fine di evitare di passare dall’assicurazione. I dettagli:

 

“Salve, spero di fare una cosa utile avvisando che a Milano circolano due uomini di carnagione olivastra, entrambi italiani, uno dei quali anziano, a bordo di una Citroen di colore verde con targa che inizia con AR.

 

Queste due persone eseguono la truffa della strisciata, della quale sono stato vittima sabato 4 giugno in zona piazza Maggi.

 

Praticamente, quando un automobilista li sta sorpassando (su strada a due corsie) uno dei truffatori abbassa il finestrino e con in mano un pezzo di carta vetrata  assesta una botta sulla fiancata della macchina della vittima provocandone una striscia.

 

A questo punto il truffatore ti segnala con i fari che è successo qualcosa e appurato che tu hai danneggiato la sua macchina (sicuramente già appositamente danneggiata) chiede se si può evitare la stesura del Cid accordandosi per un prezzo (nel mio caso la sua richiesta è stata di 150 euro, ma io alla fine e da stupido ne ho dati solo 50, e questo perché non conoscevo la modalità di questa truffa).

 

Avvisate i vostri lettori di questo personaggio che furbescamente è gentile e adduce che il presunto anziano padre, a bordo, è cardiopatico, e che lo abbiamo spaventato per l’urto.

 

E’ importante che altri non ci caschino”.

 

Valentina Pirovano

 

Leggi anche:

furto rolex via Borgogna ancora col trucco dello specchietto – la vittima si sfoga su Cronacamilano

Scippo Rolex via Monte Rosa, se vi urtano lo specchietto chiudetevi in auto e chiamate 112 o 113

Furto borsa con trucco delle chiavi via Pio II, la vittima era in auto e i malviventi l’hanno fatta scendere con l’inganno delle chiavi

Cinesi derubate via Procaccini, il ladro ha usato il trucco della ruota bucata ed è stato arrestato

 

Di Redazione

5 COMMENTI

  1. AGGIORNAMENTO RECENTE: ATTENTI A NON ESSERE FERMATI DA OPEL grigia con a bordo un uomo sui 45-50 con accento meridionale dalla pelle olivastra molto stempiato con capelli neri e baffi neri, una donna, una bambina bionda sui 10 anni e altro ragazzo seduti dietro. Costoro SIMULANO URTI LATERALI (strisciata accidentale) di cui vi accusano di essere responsabili con una tecnica molto raffinata. Loro sono fermi a lato della strada e mentre li superate vi colpiscono con un sasso per costringervi a fermarvi credendo di avere rotto qualcosa . Voi normalmente rallentate e accostate pochi metri dopo. Loro inseguono e con clacson e fari e una volta che siete fermi con fare sguaiato vi accusano di essere incoscienti, di averli urtati e fingono di chiamare Vigili urbani insinuandovi il timore di perdere punti della patente e multe da centinaia di euro per confondervi le idee . Vi propongono di offrire loro un risarcimento in contanti o magari andando al bancomat più vicino seguiti da loro.La donna recita la parte di finta madre amorevoli di bambini che sono stravolti o ammalati. Lo scorso fine settimana questi criminali erano nel Novarese. Chiamate IMMEDIATAMENTE Polizia o Carabinieri e denunciate questi delinquenti. Targa parziale **510** . Aiutatemi a fornire la targa completa se anche voi siete stati vittima di casi analoghi andando a fare denuncia alla Polizia Stradale o dai Carabinieri.

  2. A me è successo ieri, ed è giá la seconda volta che mi capita! Milano, Via Melchiorre Gioia. Bottto secco sulla mia macchina. (viaggiavo sola, orario canicolarre). Auto con due giovani a bordo, faccia da bravi ragazzi, e un banbino biondo sul sedile posteriore, tg BY …( non ricordo altri numeri) fa i fari e si accosta. Io memore di precedente trucchetto, non mi fermo. Proseguo. Altro botto e altro accostamento degli stesdi, con modi garbat, che mi invitano a fermarmi e ad aprire la portiera. Io non ci casco, proseguo e, questi desistono. Arrivata a destinazione scopro che ho tuts la fiancata destra sfregiata superficialmente da righe, probabilmente fatte con carta vetrata. Ma tutto sommato mi è andata bene, perchè se avessi aperto la portiera, avrebbero potuto derubarmi di tutto e forse farmi anhw del male. Occhio a questi trucchetti, che a Milano si stanno ripetendo sitroppo spesso! Chiamate subito, o fate finta di chiamare, la polizia!

  3. salve! oggi è successo a me in via giuditta pasta , zona niguarda. Una macchina di media cilindrata di colore celeste, con due extracomunitari che vedendomi da solo in macchina, ad una rotonda , dopo 200 metri si fermano, poi fanno la strisciata, mi lampeggiano, mi intimano per tre volte di fermarmi, ma non ci casco, e non mi fermo.E’ la terza volta che mi capita. La volta scorsa ho chiamato il 113 e se ne sono andati. Non fermatevi oppure chiamate il 112 o 113 e cercate di prendere il n. di targa. In bocca al lupo

  4. Appena successo, viale jenner, ma mi era già successo un anno fa in viale misurata. Un anno fa ci sono cascato, ma sono stati piu bravi ed era piu plausibile perchè ero di fretta e ho azzardato un sorpasso con poco spazio, stavolta no. Rumore come di specchietti ma troppo forte, quando lo specchietto era intatto. Mi fa segno e accostiamo. Specchietto intatto e strisciata sotto il mio specchietto (quindi impossibile perchè avrebbero prima dovuto spaccarsi gli specchietti, e poi la strisciata era azzurra mentre la loro auto era blu). Comunque riconosco la modalità: accanto c’è una donna incinta che si è spaventata moltissimo (e perchè mai se la strisciata era dall’altro lato) c’è sempre un altra persona dietro. Sanno gia dov’è la strisciata sulla tua macchina mentre cercano di non soffermarsi sulla loro invitandoti a stare sul marciapiede perche passano le macchine veloci (che carini, si preoccupano per me). Inizialmente dicono di chiamare i vigili o fare la constatazione, ma un attimo dopo ti dicono che non conviene per una strisciata. Gli ho detto che non avevo soldi e che volevo fare la constatazione… hanno iniziato a dire che era tutta colpa mia perche andavo veloce (non è vero) gli ho tagliato la strada (entrambi andavamo tranquilli ognuno sulla propria corsia) che suonavo e facevo i fari per sorpassarli (macchè) al che io ho detto, guarda secondo me mi hai stretto tu, comunque facciamo la constatazione 50 e 50 di colpa. Dopo avermi chiesto due volte se io fossi realmente assicurato e avermi velatamente minacciato dicendo che stava per arrabbiarsi e chissà cosa sarebbe successo se ne sono andati. Parlavano italiano perfetto, inflessione meridionale (credo) statura minuta tutti e tre.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here