Arresto ragazzina rom di 15 anni Milano Loreto, la nomade è una borseggiatrice recidiva: ieri ha agito con due complici coetanei, pochi giorni fa era stata arrestata dopo un borseggio compiuto con un complice di 12 anni

La questione rom è tra i problemi più spinosi con i quali si sta confrontando la nuova Giunta di Milano. Intanto, un nuovo episodio di reati predatori si è consumato, purtroppo, nel mezzanino della  metropolitana Loreto, zona di “lavoro” per una borseggiatrice rom di soli 15 anni aiutata da complici coetanei.

 

IL BORSEGGIO DI UNA PASSEGGERA

  • Il fatto si è verificato ieri, quando una 15enne rom ha scippato una donna di 36 anni.
  • Il reato è stato però notato da alcuni agenti della Squadra mobile in borghese, subito intervenuti.

 

L’ARRESTO DELLA 15ENNE E LA FUGA DEI COMPLICI COETANEI

  • I poliziotti sono riusciti a bloccare la rom, mentre i due complici, coetanei, sono fuggiti.
  • La ragazzina ha opposto resistenza all’arresto, forse perché appena fuggita da una comunità di accoglienza.

 

I PRECEDENTI DELLA 15ENNE

  • Da quanto emerso, la nomade era stata arrestata circa una settimana fa sempre per aver compiuto uno scippo con la complicità di un connazionale di 12 anni;
  • la ragazzina era stata inviata dal giudice dei Minori in una comunità presso Lecco, dalla quale però era immediatamente fuggita, tornando a Milano.

 

Leggi anche:

Consulta rom a Palazzo Marino Milano, 3 le richieste al sindaco Pisapia, la prima è lo STOP agli sgomberi, chiesto da gruppi nomadi regolari e irregolari

Sicurezza Milano, richiesta eliminazione dei pattugliamenti misti, del Nucleo controllo sui mezzi pubblici e risposte ai centri sociali, ecco cosa succederà a Milano e cosa è stato garantito

Moschea Milano, Shaari annuncia che fra poco chiederanno quanto promesso in campagna elettorale dall’Amministrazione Pisapia


di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here