Chiusura locali Milano, sigilli per Luminal e Caffè Solaire, erano gestiti dal pregiudicato Guglielmo Fidanzati, coinvolto anche Lele Mora

La movida è ancora al centro della cronaca milanese, questa volta per i sigilli che sono scattati per alcuni del locali più “cool” della città.

 

Sono in corso di esecuzione, infatti, da parte dei finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Milano, alcuni sequestri di società e complessi aziendali di proprietà o gestiti da appartenenti alla criminalità organizzata, anche attraverso prestanomi.

 

I sigilli, intanto, sono scattati per il Luminal in zona Corso Como e per il Cafè Solare all’Idroscalo

 

L’indagine delle Fiamme Gialle si è concentrata sulla figura di Guglielmo Fidanzati, noto pregiudicato palermitano, arrestato lo scorso 16 aprile per traffico di droga, e ha permesso di ricostruire il patrimonio accumulato nel tempo e l’esatta portata delle infiltrazioni dell’organizzazione nel tessuto economico milanese, partendo da un’evidente disomogeneità tra quanto dichiarato al fisco dagli svariati prestanome a cui erano intestate le società e la possibilità da parte degli stessi di acquistarle.

 

I finanzieri hanno quindi sequestrato la società Luminal che, oltre al locale omonimo, aveva gestito anche il Cafè Solaire e lo Shocking Club (quest’ultimo non coinvolto nell’attuale inchiesta).

 

Inoltre, già a luglio erano scattati i sigilli per il Luminal, coinvolto in una truffa che ha visto l’arresto di 23 persone per truffa alle banche, frode fiscale, riciclaggio, bancarotta fraudolenta.

 

In particolare, le attuali indagini hanno permesso di scoprire che Fidanzati, proprio per sfuggire a eventuali sequestri, aveva affidato la titolarità o la gestione di bar e discoteche (attività commerciali nelle quali aveva investito i ricavi delle sue attività illegali) a collaboratori prestanome, chiamati ‘discepoli’.

 

Secondo quanto emerso, inoltre, socio occulto di Fidanzati sarebbe Lele Mora nella gestione della discoteca Karma Borgo del Tempo Perso: a sostenerlo è un testimone nel procedimento che ha portato ai sequestri dei locali coinvolti nell’indagine.

 

‘Guglielmo Fidanzati – ha detto il teste – è socio occulto in diversi locali tra cui lo Shoking, il Papaja, il Cafe Solaire e il Karma. In alcuni di questi locali Fidanzati smercia cocaina”.

 

Denunciate 13 persone per associazione a delinquere finalizzata all’intestazione fittizia di beni. Il valore complessivo dei beni sequestrati ammonta a circa 15 milioni di euro.

 

Leggi anche:

Truffa discoteche Milano chiuse Karma, Luminal e Capanna dello zio Tom, arrestate 23 persone per associazione a delinquere, truffa alle banche, frode fiscale, riciclaggio e bancarotta fraudolenta

Ricorso discoteca Karma contro ordinanza corso Lodi, il TAR lo boccia


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here