Arresto senegalese Milano, per mesi ha torturato e picchiato la fidanzata italiana di 25 anni, legandola con cinghie e rinchiudendola in casa

E’ successo a una ragazza italiana di 25 anni, che lo scorso 3 agosto ha trovato il coraggio di denunciare il compagno, un coetaneo del Senegal.

 

L’INIZIO DELLA RELAZIONE A FEBBRAIO – I due, lui addetto alla sicurezza per diversi negozi, lei commessa, si erano conosciuti tramite un’amica lo scorso febbraio.

 

IL TRADIMENTO DI LUI – Se inizialmente la relazione era normale, passando il tempo, però, il ragazzo aveva iniziato a cambiare atteggiamento ad aprile quando la giovane, per fargli una sorpresa, si era presentata a casa sua trovandolo con un’altra donna.

 

L’INIZIO DELLE SEVIZIE – A questo punto, anziché tentare di giustificarsi, il senegalese l’ha aggredita dando così inizio ad un periodo di maltrattamenti sempre più violenti, durante il quale la ragazza è stata anche chiusa in casa e tenuta ferma con alcune cinghie.

 

LE SCUSE – Nonostante ciò, in diverse occasioni il 25enne ha comunque inviato lettere alla fidanzata profondendosi in scuse e promesse.

 

LA PAURA SEMPRE PIU’ GRANDE – La relazione è quindi proseguita se non che la situazione ha cominciato a peggiorare nuovamente, finché la ragazza ha iniziato ad avere paura e a temere per la propria vita, rinunciando a sporgere denuncia.

 

IL SEQUESTRO, LEGATA AL LETTO METRE LUI LA TORTURAVA – Dopo l’ultima notte di abusi e maltrattamenti, legata al letto con lui che le gettava acqua addosso e le premeva il cuscino sul viso, la vittima ha cercato di allontanarsi e di chiudere la relazione.

 

L’ULTIMA AGGRESSIONE – Purtroppo la sfortunata ragazza ha incontrato ancora il suo aguzzino per caso, in metropolitana, dove in preda alla rabbia lui l’ha violentemente picchiata per l’ennesima volta.

 

LA DENUNCIA – A questo punto, lo scorso 3 agosto la ragazza si è decisa a sporgere denuncia alla Polizia,  raccontando tutto quanto subìto.

 

IL TORTURATORE POTREBBE AVER ABUSATO DI ALTRE RAGAZZE – Secondo gli inquirenti è probabile che l’uomo, incensurato e a Milano da quando aveva 13 anni, sia stato già protagonista di episodi simili in passato.

 

L’ARRESTO – L’uomo è stato finalmente arrestato per sequestro di persona, stalking e violenza sessuale.

 

Leggi anche:

Moschea Milano, incontro musulmani – Comune: un luogo di culto in ogni quartiere è l’obiettivo di Palazzo Marino, ma dal dialogo sono stati esclusi i musulmani moderati; soddisfatto Abdel Shaari, interlocutore del Comune e portavoce di viale Jenner, ex braccio destro di un Imam condannato per terrorismo e sostenitore dell’utilizzo della detenzione come punizione dell’adulterio Imprigionata a casa dal convivente ossessionato dal tradimento, un’odissea durata 18 mesi

Arrestato stalker Gallarate, l’incubo durava da un anno

Colpi di ascia contro la porta della ex in zona via Novara, via Albenga

Spara contro casa della moglie via Forze Armate

Arrestato via Cirié dopo aver sferrato un pugno in faccia alla fidanzata: era già stato denunciato

Arrestato stalker Milano, era già stato in carcere e ricoverato in un ospedale psichiatrico giudiziario

Ritirati militari Milano, alla vigilia dell’agosto la città perde 350 uomini preordinati alla sua sicurezza


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here