10 anziani morti a Milano in 2 giorni, il caldo diventa killer; bisogna bere almeno 2 litri d’acqua al giorno

Il bilancio delle vittime legate, seppur indirettamente, al terribile caldo di questi giorni, è tragico: 8 anziani sono morti lunedì, altri martedì.

 

Tra le vittime, 6 delle quali residenti a Milano e una a Senago, alcune soffrivano di patologie respiratorie, cardiache o di peso, acuite in modo letale dall’ondata di caldo africano.

 

Secondo quanto comunicato dall’Areu, in almeno 7 casi si tratta di persone tra gli 80 e i 90 anni, mentre una era classificata “grande obeso”.

 

“E’ sempre improprio parlare di morti per il caldo – specifica Areu – ma senz’altro chi soffre di certe patologie corre seri rischi con il caldo. Per questo la raccomandazione è di bere molto, fino a due litri d’acqua. Le persone decedute erano infatti tutte disidratate, si tratta di un accorgimento fondamentale per combattere l’afa”.

 

AGGIORNAMENTO del 25 agosto 2011 ore 09,00: In base ad informazioni raccolte presso le principali strutture di ricovero milanesi dotate di Pronto Soccorso e cura, dai rapporti dei Medici di Continuità Assistenziale e dagli approfondimenti svolti dalla stessa AREU, i cui operatori avevano constatato il decesso delle 10 persone menzionate nel soprastante articolo, la Asl di Milano ha potuto constatare che il caldo non è correlabile alla morte delle vittime. I dati sin qui raccolti, infatti, evidenzierebbero ad oggi un trend non significativamente difforme da quello degli anni precedenti, pur in presenza delle anomalie termiche che caratterizzano il quotidiano di questi giorni.

 

Leggi anche:

Caldo Milano, Piano anticaldo Milano 2011, chiamare i numeri 800.777.888 o 02.02.02 per avere pasti domiciliari, assistenza, accompagnamento, consulenze mediche, buoni pasto e buoni taxi e molto altro per ANZIANI E DISABILI, tutto gratuitamente

Difendersi dal caldo, i consigli della Protezione Civile

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here