Soldi dello spaccio nascosti nei diari dei figli, arrestati 3 albanesi a Chiari, Brescia

Purtroppo spesso i figli vengono coinvolti, in modo del tutto inconsapevole, nelle attività criminose dei genitori.

 

A Corsico, nel Milanese, era stato clamoroso un caso avvenuto lo scorso maggio, riguardante due genitori nullatenenti che spacciavano nella propria abitazione.

 

Scattata l’operazione della Polizia per arrestarli, i due hanno cercato un modo estremo per liberarsi della droga: ficcarla tutta nello zainetto della figlia di 8 anni, poi mandata fuori di casa.

 

Ovviamente, gli agenti non cascarono nel tranello, e per i due scattarono le manette.

 

Ora, nel Bresciano, a Chiari, i fatti si ripetono ma, questa volta, non si tratta solo di droga ma anche dei proventi derivati dal suo spaccio.

 

Protagonisti della vicenda sono lo zio e i genitori di tre bambini di 7, 9, e 11 anni.

 

L’escamotage è stato scoperto dai Carabinieri in collaborazione con il Nucleo cinofilo di Orio al Serio: a seguito di approfondite indagini che hanno condotto ai tre malviventi, durante la perquisizione domiciliare, le Autorità hanno infatti rinvenuto:

  • 7 involucri di cocaina nascosti all’interno di calzini sporchi gettati in un armadio;
  • 4 mila euro in contanti infilati tra le pagine dei diari.

 

I tre albanesi, tutti nullafacenti, sono stati arrestati.

 

I bambini, invece, sono stati affidati ai servizi sociali.

 

Leggi anche:

Zaino pieno di cocaina Corsico Milano, arriva la polizia e spacciatori fanno uscire di casa la figlia di 8 anni con lo zainetto imbottito di droga

Arresto spacciatori Rho e provincia Milano, erano in 10 e gestivano sentinelle di controllo armate di machete


di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here