Arrestato rom che uccise Pietro Mazzara in via Cogne per sfuggire alla Polizia

Dopo oltre 3 mesi di indagini, la Polizia ha rintracciato il giovane nomade ritenuto responsabile della morte di Pietro Mazzara, il 28enne travolto e ucciso la notte del 9 giugno 2011 mentre rincasava a bordo della propria auto. Si tratterebbe del 23enne Angelo Levacovich.


L’OPERAZIONE DELLA POLIZIA

L’operazione si è svolta tra i campi nomadi di via Chiesa Rossa e via Martirano, condotta da poco meno di 50 poliziotti coadiuvati da un elicottero.

Le indagini erano in atto da circa 3 mesi, da quando il 28enne Pietro Mazzara era stato travolto da una Bmw rubata in fuga dalla Polizia a seguito della rapina di un tabaccaio in via Mambretti.

Sull’auto rubata viaggiavano 4 nomadi; nonostante la mattina seguente all’incidente, le Autorità avesse subito proceduto ad una perquisizione presso il vicino campo nomade, il conducente della vettura era riuscito a dileguarsi.

Le indagini si sono incentrate sulle  intercettazioni telefoniche e le analisi dei tabulati, dalle quali risultava che il 23enne si spostava da un campo all’altro nelle ore notturne, frequentando sporadicamente anche altri accampamenti e continuando a cambiare cellulare.


L’ARRESTO

  • Per Levacovich, ora in carcere a San Vittore, l’accusa e’ di omicidio.
  • Secondo quanto riferito dalla Polizia, al momento dell’entrata dei due ispettori dell’Upg nell’accampamento di via Martirano, la madre del ragazzo si sarebbe messa a correre nel retro dando l’allarme generale.
  • Gli agenti hanno trovato il giovane sdraiato presso un vicino canale, nascosto sotto un cespuglio di rovi


Leggi anche:

Incidente mortale Milano via Arsia – via Cogne, morto ragazzo di 28 anni travolto da auto in fuga dopo rapina bar tabacchi via Mambretti

Incidente Milano via Cogne, morto Pietro Mazzara: polemiche e attesa della posizione di Pisapia sugli sgomberi dei nomadi, dettagli

Consulta rom a Palazzo Marino Milano, 3 le richieste al sindaco Pisapia, la prima è lo STOP agli sgomberi, chiesto da gruppi nomadi regolari e irregolari

Rom Milano, l’assessore alla sicurezza: Vogliamo promuovere l’integrazione delle famiglie rom

Mappa del rischio Milano, dal 2006 a oggi i campi rom abusivi sono scesi da 45 a 9, e quelli autorizzati da 12 a 8


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here