Spari nel centro di Treviglio, papà 27enne voleva divertire la figlia

E’ successo a Treviglio, nel Bergamasco.

 

Un uomo di 27 anni, residente a Caravaggio ma originario di Catanzaro, ha portato la moglie, la figlia e il fratello nella classica gita fuori porta del weekend, scegliendo Treviglio come meta.

 

Il problema è che il 27enne non si è limitato a proporre una passeggiata per le vetrine del centro del paese, o un caffè in un bar storico ma, impugnando una pistola giocattolo, ha cominciato a sporgersi dalla propria auto per sparare addosso agli sconosciuti.

 

Le vittime si sono più che altro spaventate, colpite prevalentemente alle braccia con pallini di gomma compressa.

 

Intanto, però, non è mancata la segnalazione alla Polizia: in breve ha identificato il 27enne che, per non farsi mancare proprio nulla, si è dato alla fuga.

 

Il tentativo di dileguarsi, tuttavia, è durato ben poco, poiché il giovane è andato a finire in una strada chiusa.

 

Bloccato e identificato, a sua discolpa il 27enne ha detto di aver agito così “per divertire la figlia”, sottolineando anche di stare “attraversando un periodo di crisi”.

 

Leggi anche:

Spari piazza San Carlo Milano Duomo, corso Vittorio Emanuele, minorenni sparano contro volante polizia con pistole ad aria compressa

Balotelli spara con arma giocattolo piazza Repubblica

 

di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here