Morto Sergio Bonelli, addio al creatore dei miti del fumetto

“E’ stato il principale artefice del passaggio del fumetto da semplice strumento di intrattenimento popolare, a prodotto di dignità culturale, creando, nel corso di una carriera cinquantennale, una delle case editrici di fumetti più importanti del panorama nazionale e internazionale”.

 

Così la sua casa editrice ha ricordato Sergio Bonelli, autore ed editore di fumetti deceduto all’ospedale San Gerardo di Monza a 79 anni.

 

La casa editrice ha sede in via Buonarroti a Milano: è nata nei primi anni Quaranta ad opera del padre, Gian Luigi, creatore di Tex.

 

Sergio Bonelli ne ha proseguito l’attività sia come autore che come editore: nel 1961 crea uno dei più grandi successi della casa editrice, Zagor, personaggio “ibrido” tra Tarzan e il western; nel 1975, dà vita a Mister No, uno scanzonato ex soldato statunitense che vive nella Manaus degli anni cinquanta.

 

È stato anche il primo sceneggiatore a sostituire suo padre sulla pagine di Tex, dove esordisce con la storia dal titolo “Caccia all’uomo“.

 

Sempre a Bonelli si devono anche le avventure dell’Indagatore dell’Incubo Dylan Dog, idolo degli adolescenti di tutto il mondo.

 

Leggi anche:

Recensione Pax Americana di Denis Delestrac, o del futuro della guerra spaziale

Recensione MM Mafia Milano, Barbacetto e Oliviero diffondono luce sulla criminalità organizzata meneghina

Recensione Berkelana – A Year Without A Summer, di Tan Chui Mui

Recensione Herzog al Milano Film Festival con Cave of Forgotten Dreams, un puro capolavoro

Recensione The Tree of Life di Terrence Malick, una poesia in immagine e suono dedicata alla creazione e al cosmo grande e piccolo che portiamo in dote con noi e fuori di noi

Recensione Transformers 3, trionfo delle macchine in movimento, della leggerezza del pensiero e della coerenza nello sguardo.

Recensione Zack & Miri amore a.. primo sesso!, ultimo film di Kevin smith dal 3 giugno al cinema; fotografia di un’ironica ma impietosa visione sulla generazione dei trentenni d’oggi, in bilico tra commedia e grottesco senso dell’esistenza

Cortometraggi MIFF 2011, una sezione ricca di contenuti, punti di vista e visioni; analisi delle opere presentate

 

Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here