Case Aler Milano per dipendenti Atm in condizione di disagio sociale, firmato accordo per attribuzione di 70 mini-appartamenti

Settanta mini appartamenti dell’Aler a lavoratori di Atm precari, separati o in difficoltà.

 

Questo il contenuto delle convenzione siglata da Regione, Comune, Aler e Fondazione Atm, tutti a palazzo Marino per “rispondere con soluzioni concrete ai bisogni dei lavoratori in cerca di una sistemazione dignitosa e soprattutto economica, dalla quale partire per costruire un proprio futuro stabile”.

 

In dettaglio, l’accordo prevede l’assegnazione di 70 alloggi sotto-soglia, di meno di 28 metri quadri e dunque non disponibili per le normali graduatorie, a lavoratori Atm:

  • neoassunti a tempo determinato,
  • separati
  • in condizione di disagio sociale.

 

Gli appartamenti si trovano in quartieri Aler vicini ai depositi Atm e il canone d’affitto sarà di circa 300 euro al mese più le spese.

 

Delle procedure di bando e degli arredamenti si occuperà la Fondazione.

 

A sottoscrivere la convenzione, l’assessore alla Casa del Comune di Milano, Lucia Castellano, l’assessore regionale alla Casa, Domenico Zambetti, il presidente di Aler Loris Zaffra e il presidente della Fondazione Atm Roberto Tenedini.

 

Leggi anche:

Uomo minaccia di darsi fuoco Milano piazza della Scala sotto Palazzo Marino, disperato perché sfrattato e disoccupato

Blocco sfratti Milano case popolari, per il Comune l’occupazione abusiva non è un reato?

Rinvio sgombero centro sociale via dei Transiti Milano, l’appello degli antagonisti al Sindaco è stato accolto

Uomo incatenato piazza Morandi, protestava perché la pubblica amministrazione non lo paga

Tentato suicidio Palazzo Marino Milano, uomo entra con coltello poi si sente male, sul posto ambulanza e Polizia


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here