Arresto Milano mercante d’arte iraniano, sequestrati un Rubens da 23 milioni di euro, 23 tappeti pregiati e altro

L’operazione è stata svolta ieri dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Milano.

 

I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip Elisabetta Meyer su richiesta del Pubblico Ministero Isidoro Palma, nei confronti del rappresentante legale di una società operante nel settore della compravendita di opere d’arte, Arman G., iraniano.

 

I reati contestati all’indagato sono la bancarotta fraudolenta patrimoniale aggravata per un valore di circa 27 milioni di euro.

 

Secondo quanto comunicato, i finanzieri hanno eseguito anche 5 perquisizioni in Lombardia, Emilia Romagna, Umbria e Veneto nei riguardi di altrettante persone, non indagate, al fine di ricercare e sottoporre a sequestro i cespiti sottratti all’attivo della procedura fallimentare.

 

Tra questi, in particolare, sono stati sottoposti a sequestro:

  • un dipinto attribuito a Peter Paul Rubens denominato “Venere e Adone”, valore di bilancio stimato in 25 milioni di euro;
  • un dipinto riconducibile a Guido Reni dal titolo “Giuseppe che trattiene la moglie di Putifarre”;
  • 7 altri dipinti di minor valore;
  • 23 tappeti di pregio, la cui autenticità e valorizzazione sarà oggetto di apposita perizia che verrà disposta dall’autorità giudiziaria.

 

Leggi anche:

Ritrovamento quadri rubati, Morandi, Warhol e altre opere di celebri artisti trovate in un cantiere di Albenga dai Carabinieri di Monza

Quadri falsi Milano pronti da immettere sul mercato con un valore complessivo di 350mila euro

Falso Kandinsky, tentata vendita da 3 milioni di euro

Monza – successo dell’Operazione “Gaspare degli occhiali”: recuperati due importanti dipinti risalenti al XVII e XVIII sec.

Sequestro monete antiche Milano, Guardia di Finanza recupera 635 monete del valore di 1 milione di euro circa, video

Pensionato indagato per reperti archeologici in casa

Foro Bonaparte, un pozzo medievale dimenticato da 15 anni


Di Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here